SHARE

Passate le festività natalizie la Reggiana Barcom femminile di calcio ha ripreso a correre in vista della ripresa del campionato in calendario Domenica 10 Gennaio nella trasferta di Castelvecchio (Forlì/Cesena) dove tra le altre cose le granata si troveranno di fronte Erika Lisi, ricordo indelebile soprattutto per la dirigenza della Reggiana che l’ha vista dall’inizio degli anni 2000 in serie A calcare l’erba dello stadio Mirabello. Tre allenamenti questa settimana per le ragazze allenate da Federica d’Astolfo. Come ribadito in diverse occasioni i sette punti raccolti in questa prima parte di campionato non rendono giustizia alla squadra, il campo ha espresso valori decisamente superiori. Essendo una squadra molto giovane con giocatrici spesso titolari nate nel 2000 e nel 2001 ne esce il fatto che alcuni errori per altro giustificabili a livello di serie B hanno penalizzato nei risultati la Reggiana, non nel gioco però tenendo anche presente che alcune ragazze come Francesca Imprezzabile e Ginevra Costantino sono state recentemente convocate nella Nazionale Under 16. Ripercorriamo velocemente il campionato della Reggiana Barcom in queste prime sette giornate. Reggiana-Imolese 4-3, vittoria del cuore prima ancora che della tecnica. Tre punti fondamentali ottenuti in rimonta, da segnalare la doppietta di Sara Orlandini ed il gol decisivo di Benedetta Orsi, classe 2001, pochi minuti dopo l’ingresso in campo Acqui-Reggiana 1-1, si gioca sul campo di Predosa poco più che improvvisato. Primo tempo anonimo, Reggiana che domina la ripresa e passa con un rigore della Corradini prima del finale assurdo con tre punizioni regalate e conseguente pareggio. Reggiana-Lagaccio 1-2, contro l’allora capolista le granata giocano e le genovesi di rimessa con due azioni vanno sul doppio vantaggio. La reazione della Reggiana porta al capolavoro della Corradini su calcio di punizione, ma non basta Molassana-Reggiana 3-0, unica pecca di questo girone di andata anche sul piano del gioco. Il campo sintetico in pessime condizioni non può essere una scusante, la squadra fa un deciso passo indietro e di fatto non entra mai in partita, brutto ko Reggiana-Castelfranco 0-3, altro pesante passivo numerico, la prestazione però è confortante, per almeno un’ora la squadra gioca anche meglio delle avversarie che oggi sono prime in classifica. Rimane il rammarico per alcune occasioni sprecate Alessandria-Reggiana 3-4, scontro diretto per la salvezza su un campo al limite del regolamentare. Sotto di due reti a metà del primo tempo la Reggiana con orgoglio si fa valere e rimonta, si porta su 2-4 prima di un finale di gara ancora da brividi Reggiana-Cuneo 1-2, le granata fanno soffrire per tutta la partita la corrazzata di questa serie B. Sara Tardini porta avanti la squadra con un eurogol dal limite, nella ripresa complice anche una cervellotica decisione arbitrale arriva nel finale la beffa La classifica dopo sette giornate. Castelfranco punti 19, Cuneo 17, Lagaccio e Musiello 13, Castelvecchio 11, Acqui 9, Molassana 8, Reggiana e Torino 7, Alessandria 5, Bologna e Imolese 4 Ufficio stampa Reggiana