SHARE

Aggregata alla squadra Primavera dalla metà del girone di andata, ha esordito tra i pali nella gara vinta contro il Castelvecchio per 4-0 lo scorso 17 Febbraio subentrando nella ripresa all’estremo difensore Tampieri; studentessa del Liceo Scientifico Sportivo, sogna di fare da grande la fisioterapista.

Scheda di presentazione per Agnese Ballardini, 15 anni, portiere del Ravenna Woman Primavera, un passato da pallavolista e un presente con i guantoni, dotata di una buona reattività tra i pali, pronta e determinata a ritagliarsi un maggior spazio nella squadra titolare.

Ciao Agnese, ci descrivi le emozioni e le sensazioni del tuo esordio nel campionato Primavera ?

Ho esordito nella gara disputata il 17/02 a San Zaccaria e vinta contro il Castelvecchio per 4-0, subentrando nella ripresa all’80’ ad Amanda Tampieri. Sono entrata in campo abbastanza tranquilla, sono andata un po’ nel panico solo quando mi è arrivato un retropassaggio, per il resto direi che me la sono cavata nel migliore dei modi.

Come è nata la tua passione per il calcio femminile ?

Ho iniziato come pallavolista, condividendo la passione di mio padre, poi in seguito mi sono avvicinata gradualmente al mondo del pallone. Ho iniziato a ricevere le prime convocazioni dalla squadra a metà del girone di andata prima dell’esordio tra i pali.

Quali sono i tuoi punti di forza e i limiti da migliorare ?

Venendo dalla pallavolo dono dotata di reattività e di un buon riflesso sulla palla, poi apprendo subito gli insegnamenti che mi vengono indicati sul campo; sicuramente devo migliorare le uscite fuori dai pali e il gioco con i piedi.

A chi ti ispiri nel tuo ruolo nel calcio maschile e femminile ?

Per il maschile il mio idolo è sicuramente Gianluigi Buffon, anche perché sono una tifosa juventina, nel femminile invece non ho punti di riferimento perché non seguo molto le loro partite.

Qual è il tuo obiettivo personale per questa stagione ?

Mi piacerebbe poter disputare una gara per l’intero arco dei 90 minuti di gioco oltre che trovare continuità nelle presenze in campo.

Oltre all’attività agonistica come trascorri il tuo tempo libero ?

Frequento il Liceo Scientifico Sportivo e il pomeriggio quando non ho allenamenti, studio e faccio i compiti; il sabato pomeriggio è dedicato alle partite, la sera, specie la domenica, mi capita di uscire con i miei amici.

Cosa ti piacerebbe fare da grande ? In che valori credi ?

Il mio desiderio è diventare da grande una fisioterapista; principalmente do’ importanza ai rapporti  di amicizia con le mie amiche, due in particolare, poi a quello con la sorella, e infine a quello con i miei genitori, che non avendo la mia stessa eta’ non sempre possono capirmi quanto le mie coetanee.