SHARE

Poker immeritato per il Vicenza che esce sconfitto 4-1 contro il Trento,
nonostante una buona prestazione e una partita sostanzialmente
equilibrata.
Biancorosse in vantaggio al 16′ con Roberta Pomi, abile a piazzare la
palla dove Valzolgher non può arrivare.
La gioia dura però appena 2′ e Brunello pareggia i conti approfittando
del molto spazio concessole a pochi passi dalla porta.
L’ 1-2 arriva in modo rocambolesco ad inizio ripresa ancora con Brunello
su uno sfortunato errore di Dalla Via; le avversarie calano poi il tris
al 56′ con Tonelli che si procura e trasforma il calcio di rigore e il
poker arriva al 74′ con Rosa.
Da segnalare per il Vicenza anche una traversa di Calandra che si vede
deviare il tiro da un grande intervento di Valzolgher.

Partita subito equilibrata al Baracca e bisogna aspettare il 15′ per
vedere la prima occasione del match: Tonelli serve al centro Rosa che
colpisce di prima intenzione con l’interno e palla che esce di poco
larga sul secondo palo.

Il Vicenza passa subito in vantaggio 1′ dopo: lancio di Fortuna per
Roberta Pomi che al vertice destro dell’area fa a sportellate con
un’avversaria, rientra lasciandola sul posto e con un rasoterra preciso
piazza il pallone sul secondo palo.
L’1-0 dura pochissimo e al 18′ il Trento pareggia con Brunello che
approfitta della troppa libertà a pochi passi dalla porta, controlla il
pallone e insacca l’1-1.

Al 24′ contropiede del Vicenza con Calandra, palla a Frighetto in area
di rigore che vede Roberta Pomi ma esce un tiro/cross che si spegne di
un niente sul fondo.
Risponde il Trento al 26′: palla indietro per Fuganti che controlla la
sfera e calcia un campanile che conclude la sua corsa di poco sopra
l’incrocio.

Prima della fine del primo tempo, altra occasione per le Biancorosse con
Frighetto che triangola al limite con Calandra e subito dentro l’area
prova a battere Valzolgher sul primo palo, brava a deviare d’istinto in
calcio d’angolo.
Si va a riposo dunque sull’1-1: risultato sostanzialmente giusto anche
se forse il Vicenza meriterebbe qualcosa in più.

Nella ripresa però il Trento si ritrova subito avanti: al 47′ contrasto
fuori area tra Brunello e Fortuna e palla che schizza all’indietro verso
Dalla Via che, nel tentativo di recuperarla, viene sorpresa da un
rimbalzo beffardo e la sfera entra in rete.
Le avversarie trovano poi il tris al 56′ su calcio di rigore procurato e
poi trasformato da Tonelli dopo un contatto in area di rigore con
Pegoraro.

Il Vicenza prova ad uscire da questo uno-due clamoroso cercando di
accorciare le distanza con la neo entrata Stocchero, ma la n.19 dopo
aver saltato di netto un difensore calcia a botta sicura e si vede
ribattere il tiro da due passi da un buon intervento di Valzolgher.

I minuti scorrono e le Biancorosse non riescono a trovare gli spazi
giusti per riaprire la partita e al 74′ il Trento cala il poker dopo
vari minuti in cui non si rendeva pericoloso perché ben contenuto dalle
nostre ragazze: Missiaggia non riesce a chiudere la linea di passaggio
per Rosa che riceve in area e la piazza sul secondo palo per l’1-4.

Il Vicenza non si arrende e poco più tardi ha una nuova chance ma la
traversa dice di no: Calandra è brava a recuperare un pallone al limite
dell’area e calcia in porta, Valzolgher leggermente fuori dai pali
riprende posizione e con un balzo felino devia quanto basta per mandare
la palla sul legno.

Non ci sono altre occasioni e la partita si conclude 4-1 in favore del
Trento; risultato un po’ bugiardo per quanto visto in campo dopo 90′
sostanzialmente equilibrati.
Il pubblico presente però ha colto e apprezzato la buona prestazione
delle Biancorosse e dopo il triplice fischio ha chiamato sotto la
tribuna le ragazze perché raccogliessero gli applausi dei tifosi.
Ora testa a domenica prossima per la trasferta di Imola: bisogna vincere
per rialzarsi e ritrovarsi. Forza Vicenza!

TABELLINO
Vicenza Calcio Femminile – Trento Clarentia 1-4

VICENZA CALCIO FEMMINILE (3-5-1-1)
Dalla Via; Balestro (68′ Calderaro), Missiaggia (C), Pegoraro; Pomi R.,
Rigon, Maddalena (87′ Bettinardi), Fortuna, Frighetto (89′ Lazzari);
Novello (56′ Stocchero); Calandra
All. Dori Cristian

TRENTO CLARENTIA (4-3-1-2)
Valzolgher; Lucin, Ruaben, Chierchia, Varrone (68′ Busarello); Rovea
(62′ Antolini), Fuganti (79′ Maurina), Tonelli; Rosa (C); Brunello,
Daprà (85′ Tomasi)
A disposizione: Valenti
All. Pavan Libero

Marcatrici: 16′ Pomi R. (V), 18′, 47′ Brunello (T), 56′ rigore Tonelli
(T), 74′ Rosa (T)
Arbitro: Franzoni Matteo (Lovere)
Assistenti: Rossetto Enrico e Sandri Andrea (Schio)
Ammonite: Calandra (V)
Recupero: 1′; 5′

Ufficio Stampa Vicenza Calcio Femminile