SHARE

FIAMMAMONZA 1970: Groni, Foti, Redolfi, Baratti, Callovini, Nuzzo, Gerosa, Belloni, Pezzotta, Rossini, Cambiaghi. A disposizione: Castelli, Locatelli, Valente, Agosta, Dadati, Gaburro. All.: Luca Cantalupo.

OROBICA CALCIO BERGAMO: Lonni, Milesi Giorgia, Milesi Michela (dal 9’ st Zamboni), Fodri, Vavassori, Barcella (dal 27’ st Viscardi), Merli Luana, Massussi (dal 21’ st Madaschi), Brasi, Merli Cristina, Poeta. A disposizione: Bertazzoli, Cirillo, Foiadelli, Viscardi, Madaschi, Parsani. All.: Marianna Marini.

ARBITRO: Sig. Riccardo Cannata di Collegno – GUARDIALINEE: Sig. Arcangelo Matichecchia e Sig. Alberto Capelli di Legnano.

MARCATRICI:  30’ pt Luana Merli (O), 33’ st Groni (F) autorete, 40’ st Cristina Merli (O), 47’ st Vavassori (O).

AMMONITE: 23’ st Locatelli (F), 25’ st Zamboni (O), 26’ st Rossini (F), 33’ st Nuzzo (F).

 

L’Orobica batte il Fiammamonza e consolida il primato in classifica con la contemporanea sconfitta dell’Inter in quel di Como. Una squadra quella bergamasca molto più cinica e pragmatica del solito ma forse meno bella da vedere. Due novità nel team di mister Marini con in campo le gemelle Giorgia e Michela Milesi al posto di Viscardi e Zamboni pronte a subentrare nella ripresa.

La partita vede subito le ospiti che cercano di imporre il proprio gioco con le coriacee brianzole decise ad ottenere un buon risultato contro la capolista. Già al 1’ c’è del lavoro per Groni che deve uscire con i piedi su Fodri in piena area. Un minuto più tardi ci prova da fuori Barcella ma la sua conclusione finisce abbondantemente fuori. Al 6’ prima grande occasione ospite con Massussi che entra in area sulla destra ma al posto di concludere repentinamente si defila troppo e consente la respinta avversaria in corner.  Al 12’ si vede il Monza e lo fa pericolosamente quando un traversone dalla sinistra di Pezzotta si trasforma in un tiro che finisce sul palo. Risponde l’Orobica al 14’ con una bella trama iniziata da Fodri per Luana Merli, quindi Giorgia Milesi sulla fascia destra che mette al centro per l’accorrente Massussi che manca clamorosamente la conclusione. Continuano le ospiti ad esercitare una certa supremazia territoriale ed al 16’ è il turno di Luana Merli che in area si allarga eccessivamente ed il suo destro diventa troppo prevedibile e il portiere para in sicurezza.  Altra occasione per l’Orobica al 20’ ancora con Massussi che, sapientemente lanciata centralmente da Cristina Merli, tira troppo addosso al portiere che respinge. Il tempo passa ma le bergamasche pur producendo non sbloccano il risultato. Al 24’ Luana Merli parte da centrocampo e allarga per Cristina Merli sulla destra, subita palla in mezzo per Massussi sola davanti al portiere ma l’arbitro fischia una posizione di offside. Ancora una conclusione da fuori, questa volta di sinistro, di Luana Merli un minuto dopo che non inquadra lo specchio della porta. Il meritato vantaggio ospite arriva al 30’ per merito sempre di Luana Merli che ruba palla al limite dell’area ad un difensore, salta il portiere e depone in rete a porta vuota. Nonostante il vantaggio l’Orobica non si ferma ed al 36’ sempre Luana Merli  impegna Groni con un destro dal vertice dell’area, palla in angolo. Il tempo si chiude con un tiro di Cambiaghi che Lonni para in due tempi. Squadre negli spogliatoi con le ospiti avanti 1 a 0.

Nella ripresa nonostante alcuni cambi brianzoli, il copione non cambia perché è ancora l’Orobica ad essere pericolosa al 4’ prima con Luana Merli che manca l’intervento a botta sicura a centro area e poi, sugli sviluppi della stessa azione, con Cristina Merli dalla stessa posizione il cui colpo di testa non è abbastanza angolato e l’estremo difensore avversario respinge. Continuano le ospiti anche al 7’ con Fodri che serve Luana Merli, controllo di sinistro e conclusione di destro dal limite che Groni para a terra.  Il portiere brianzolo deve intervenire successivamente prima di pugno su Fodri al 9’ e poi all’11’ sulla punizione centrale di Poeta. Vicinissima al vantaggio l’Orobica al 13’ con Fodri che su cross dalla destra di Massussi, anticipa un difensore ma sbaglia il tempo di intervento e vanifica l’azione colpendo la palla con il braccio ad un metro dalla porta. Il tempo passa ma il secondo goal tarda ad arrivare nonostante gli sforzi ospiti. Al 14’ Cristina Merli sbaglia il controllo in area per concludere da buona posizione. Al 21’ break delle padrone di casa ma il tiro da fuori di Gaburro viene neutralizzato da Lonni senza problemi. Finalmente il meritato raddoppio delle ospiti cade al 33’ in maniera rocambolesca: punizione di Zamboni sulla quale interviene Groni lasciandosi sfuggire il pallone che ritrova a terra quando ormai secondo l’arbitro ha varcato la linea di porta. L’Orobica quindi mette una seria ipoteca sulla vittoria ma non si ferma. Al 40’ Cristina Merli realizza il terzo goal su assist di Luana trafiggendo il portiere avversario con un diagonale rasoterra da destra a sinistra. Dopo un intervento in angolo di Groni su Cristina Merli, nei minuti di recupero arriva anche il quarto goal a firma di Vavassori che, ricordandosi dei trascorsi da attaccante, mette la palla dal limite sinistro dell’area nell’angolo opposto.

Dunque una vittoria molto importante per l’Orobica contro una formazione che aveva fermato l’Inter due domeniche or sono. Le ragazze bergamasche mantengono una buona condizione atletica e pur con qualche scoria del periodo di fermo sono in grado di fornire delle prestazioni di ottimo livello. Da sottolineare il ritorno alla rete di Guya Vavassori che sigilla con un goal di pregevole fattura una delle tante partite di grande spessore. Superflue le valutazioni delle due Merli, prolifiche sia in fatto di realizzazioni che di assist.

Buoni anche i rientri di Michela e Giorgia Milesi. Ora testa alla prossima partita in casa contro il Caprera. Nulla è scontato perché ogni partita presenta insidie diverse. Avanti cosi…….

 

Antonio Castiglione

Addetto Stampa Orobica Calcio Bergamo