SHARE

sperare”

Dopo due settimane di inattività, una per fattori esterni, l’altra per il turno di risposo, il Bisceglie Femminile riprende confidenza con il campo, affrontando domenica 18 febbraio, ore 16, il Civitanova Dream Futsal al PalaPoli di Molfetta, vista l’indisponibilità del PalaDolmen.

Il secondo posto è saldamente nelle mani di capitan Campanelli e compagne, guai però ad abbassare la guardia nonostante le due settimane senza partite ufficiali, “Peccato per quanto accaduto due settimane fa”, esordisce Emilia Mendieta, “situazioni che si potrebbero evitare soprattutto per la distanza percorsa per arrivare sino al campo di gioco. Ci auguriamo che episodi del genere in futuro non si ripetano per il bene della disciplina”. Civitanova in piena zona playout con 17 punti e reduci dallo stesso stop, una settimana dopo le neroazzurre, vista la mancata presenza del Città di Porto San Giorgio, “Dovremo avere la pazienza giusta ed aspettare il momento per affondare il colpo”, dichiara la nazionale argentina, “bisogna giocare in maniera convincente, dimostrando mobilità ed efficacia in fase offensiva e intensità quando dovremo difendere”. Il campionato sta dando grandi soddisfazioni, ma l’avvicinarsi della final four di Coppa Italia a Bari (8-11 marzo) ha un sapore particolare per il sodalizio presieduto da Milly Lovero, “Abbiamo due obiettivi chiari”, afferma Mendieta, “salire di categoria e provare a vincere la coppa. Essere in final four è un passo importante per società a calcettiste, anche se manca ancora la parte più difficile”. L’arrivo di Mendieta a Bisceglie è stato contraddistinto da una prima parte caratterizzata dal completamento della documentazione per giocare in Italia ed un piccolo infortunio, da qualche settimana però il suo innesto ha dato una marcia in più alla squadra di Francesco Ventura, “Sono molto contenta di questa mia esperienza al Bisceglie Femminile”, dichiara convinta l’argentina, “meglio di quanto potessi sperare”. “Tutti mi hanno trattato bene sin dal primo giorno in cui sono arrivata. Nella squadra mi trovo benissimo, Bisceglie poi è molto bella e si vive benissimo. Una esperienza molto positiva”. Neroazzurre che dovranno sicuramente ancora fare a meno della brasiliana Castro, alle prese con i postumi di un infortunio. Dubbi permangono anche sul possibile impiego di Moroni e Gariuolo, non al meglio della condizione. L’incontro sarà diretto da Nicola Acquafredda della sezione di Molfetta e Giovanni Tessa della sezione di Barletta. Crono: Francesco Decorato della sezione di Barletta.