SHARE

Gol di Sabatino, Primavera, Losurdo e doppietta della brasiliana Manitta.

 

Vittoria sofferta ma meritata per la Royal Team che vola in vetta solitaria staccando il Napoli di tre punti. Certamente non è stata la migliore Royal quella vista in Puglia, soprattutto nel primo tempo deconcentrata e con stanchezza in qualche atleta,  ma a 4 gare dalla fine inutile a badare per il sottile, bisogna buttarla dentro e vincere. Sarà compito di mister Ragona correggere gli errori odierni al cospetto di un Taranto volitivo e combattivo. Solita grande mole di gioco ma qualche errore di troppo sotto porta, ed anche in fase di costruzione compreso il patatrac consueto in ripartenza che ha causato il vantaggio del Taranto. Da lì troppa frenesia ed apprensione in casa Royal, che raggiunge il pareggio a fine primo tempo con  un’azione rocambolesca di Losurdo, secondo i locali quando il tabellone segnava già la fine primo tempo, ma a detta dello stesso direttore di gara per un ‘errore’ del cronometrista c’era da giocare ancora qualche secondo, quelli in cui ha pareggiato Losurdo. Nella ripresa Royal più concentrata ed ecco il vantaggio dell’ottima Sabatino, tenace ed arguta nel seguire l’angolo di Fragola. Quindi doppietta di Manitta e quinto gol della solita Primavera che conferma il suo opportunismo sotto porta. E così la Royal può festeggiare coi suoi affezionati tifosi al sèguito. Menzione pure per la brava Ceravolo, determinante in qualche circostanza, rimasta contusa e costretta alle cure in ospedale ma dovrebbe trattarsi di una contusione; quindi plauso anche per Linza, Sgrò, De Sarro e discorso a parte per l’ottima Corrao, che da oltre un mese è su standard di qualità elevatissimi.

CRONACA. Mister Ragona opta davanti a Ceravolo per Fragola, Corrao, Losurdo e Linza. In apertura punizione di Lacalaprice, sfiora Ceravolo in angolo. Risponde Fragola dal limite, tiro debole parato. Poco dopo serve un ottimo triangolo a Losurdo che si allunga però la sfera. Risposta locale con D’amico e poco dopo Stante, brava sempre Ceravolo. Ripartenza veloce del Taranto e il destro di Lacalaprice trova la pronta risposta di Ceravolo. Ancora Taranto: si gira bene Abure, respinge Ceravolo. La Royal non resta a guardare: ci prova Primavera da buona posizione, deviazione di un difensore sulla traiettoria in angolo. Ancora Primavera protagonista: angolo di Losurdo e destro a fil di palo. Primo cambio per la Royal, entra De Sarro esce Corrao. Ci prova col destro Manitta, a lato di poco. Royal in palla: prima Losurdo respinge Linzalone, riprende Primavera che tira alto. Nel miglior momento Royal passa Taranto: la squadra di Ragona perde palla a centrocampo, Lacalaprice avanza e tira, Ceravolo riesce a deviare in qualche modo ma la sfera termina ugualmente in rete nonostante il tentativo di salvataggio di Primavera. Entra Sgrò (per Losurdo) che serve De Sarro, tiro al volo alto. Taranto si risveglia: Abure colpisce il palo. Bis di Lacalaprice poco dopo,  respinge Ceravolo coi piedi. Risponde Sabatino, devia Linzalone. Occasionissima per D’Amico tutta sola, tiro a lato. Risponde Losurdo, deviato sopra la traversa da Linzalone. Poi tocca a Sabatino, sempre brava il portiere locale. Quindi il tempo si chiude con Corrao-show, la forte laterale lametina prima tira a lato da due passi, quindi colpisce il palo poco dopo, e chiude con un gran tiro che Linzalone va a togliere dall’incrocio. A fil di sirena il pareggio della Royal: tira Losurdo e la palla carambola in rete con la complicità di Linzalone. A questo punto si levano le proteste locali perché a loro dire il tempo era già scaduto.

RIPRESA. Royal in campo con Ceravolo, Fragola, Sabatino, Linza, Corrao. Apre Sabatino con un gran tiro, Linzalone ci mette i pugni. Ed eccoci al vantaggio Royal: angolo di Fragola, da due passi piatto di Sabatino e gol del 2-1, per la brava Imma si tratta del primo acuto in maglia biancoverde. Ancora Royal in palla: Fragola per Sabatino, destro deviato da un difensore in angolo. Sugli sviluppi del quale Fragola alza la mira. Brivido-Taranto: punizione dalla distanza di Giliberto, Sabatino sfiora in area e la palla sibila il palo. Bis di Losurdo, destro in scivolata, devia Linzalone. Sulla prosecuzione Losurdo per Corrao, tiro da due passi e sempre l’estremo locale si supera. E si arriva al tris Royal: sinistro in corsa di Manitta e palla in rete con la deviazione di Stante. 1-3. Manitta rientrata da poco sfiora due volte la doppietta ma Linzalone si conferma la migliore delle sue. Royal gravata dal 5° fallo e per tre volte Taranto ha l’opportunità di accorciare dal tiro libero. Ma Lacalaprice e Scarcia tirano fuori, mentre Cardolini trova la deviazione di Ceravolo. Poco prima ecco il poker Royal: lo realizza ancora Manitta di piatto da due passi su pregevole assist di Primavera. Quindi è la forte atleta vittoriese a chiudere  i conti col 5-1 con un destro in area, 20° gol per Primavera. Che, poco dopo subisce il fallo di reazione di D’Amico che viene giustamente espulsa. Gara ormai chiusa ma Primavera ha l’opportunità da due passi di fare il sesto gol, ma Linzalone compie l’ennesimo paratone. Sul finire il portiere Ceravolo si scontra con la Candolini, ha la peggio l’estremo lametino che è costretta ad uscire e in porta va Linza. Da lì in poi, negli ultimi due minuti la Royal gestisce e chiude per 5-1 conquistando la vetta solitaria. Domenica derby al PalaSparti contro Reggio, quindi trasferta a Salerno e match finale in casa col Napoli. “E’ stato importante pareggiare a fine primo tempo, in cui abbiamo fatto male per deconcentrazione e stanchezza, anche nell’impostazione. Sicuramente meglio nella ripresa, e seppur a tre gare dalla fine sono contento della maturazione della squadra. Ciò devi servirci da lezione per afrrontare al meglio e concentrate sia Reggio che Salerno, prima di Napoli. Nessuno regala niente ed è giusto così, cercheremo di migliorare sotto questo aspetto”, ecco il Ragona-pensiero.

 

TARANTO: Linzalone, Bergamotta, Stante, D’Ippolito, D’Amico, Cardolini, Gentile, Abure, Lacalaprice, Cavallo, Giliberto, Scarcia. All. Liotino

ROYAL: Ceravolo, Fragola, Corrao, Losurdo, Linza, Manitta, De Sarro, Primavera, Sgrò, Sabatino. All. Ragona

ARBITRI: De Lorenzo e Marangi DI Brindisi; crono: Carrieri di Brindisi.

RETI: pt 11’41” Lacalaprice (T), 20’ Losurdo (R); st 3’24” Sabatino (R), 10’41” e 14’12” Manitta (2) (R), 16’29” Primavera (R).

 

 

Ufficio stampa

ROYAL TEAM LAMEZIA

Rinaldo Critelli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here