SHARE
dav

Ora la strada è tutta in salita. Ieri l’Atletic Club Taranto ha pareggiato, 4-4, in casa contro la Cenerentola Bitonto. Tre punti, sulla carta sicuri, sono diventati uno soltanto e così le joniche ora condividono il ruolo di capolista con l’Atletico Melpignano, che invece ieri ha vinto 7-0 in casa contro il Soccer Altamura. Nel palazzetto di Leporano è andata in scena una partita nervosa, a cui a farla da padrona sono stati i calci piazzati, più che le azioni. Il primo tempo si apre al 6’ con un tiro potente di Valentina Guarini. Il portiere bitontino para in due tempi. Elisabetta Lazzaro fallisce due ghiotte occasioni e al 9’ arriva il vantaggio avversario con il pivot Giovanna Buono. Poco dopo Daniela
Laneve sulla fascia tira e sfiora il pareggio con il portiere costretto alla respinta affannosa. La punizione di Guarini, al 20′, viene respinta dalla barriera ma a rimettere i giochi in pari ci pensa al 31’ Elisabetta Lazzaro, con un rasoterra angolato dalla metà campo. Nella ripresa le baresi prendono una traversa ma il gol arriva per le tarantine con la palla servita da Valentina Galiano a Daniela Laneve, che da distanza ravvicinata segna, regalando il momentaneo vantaggio. Il 2-1 non scoraggia il Bitonto che prova in tutti i modi a pareggiare e al 16’ arriva il 2-2, sempre per opera di Giovanna Buono. Bastano pochi secondi e le ragazze di mister Stefano Latartara si trovano sotto di una rete, per una punizione messa a segno. Il 3-2 bitontino però dura poco. Al 22’ Rebecca Gallina, su rigore, porta di nuovo la sfida in parità. È 3-3. Neanche il tempo di esultare che, su punizione, il Bitonto torna nuovamente sopra ma è ancora un calcio piazzato, firmato da Guarini, a regalare il definitivo 4-4, con cui la gara si chiude. “La partita è stata viva, tirata – commenta a caldo mister Latartara – il Bitonto, anche per gli acquisti fatti a metà campionato, nel buon gioco non rispecchia la posizione che ha in classifica. Le ragazze vanno lodate perché hanno lottato ed inseguito il risultato per due volte, ottenendolo, e alla fine potevamo anche provare a vincere. Chi pensa che i tre punti siano già scritti, se si gioca con squadre sulla carta inferiori, sbaglia di grosso. Per vincere il campionato non bisogna guardare i risultati degli altri ma pensare solo a portare a casa i propri tre punti sul campo”. Prossimo turno, infrasettimanale, a Polignano, mercoledì sera.