SHARE

Domenica alle 17.30 al Palafiom la Corim Città di Taranto affronta una delle compagini più forti e di blasone dell’intero girone D di serie A2: la Woman Napoli.

Le campane, seconde a due punti dalla Royal Lamezia (ma con due gare disputate in più), inseguono il sogno promozione mentre Taranto cerca punti pesantissimi in chiave salvezza.

Ad anticipare i temi del big match, la rossoblu Marika Lacalaprice, brindisina doc classe ’82, tra le più esperte del gruppo: “Sarà durissima: non possiamo permetterci di sbagliare niente perché Napoli non perdona lì davanti. Serviranno tanta concentrazione, sacrificio e cuore come sempre”.

Nelle ultime settimane si è vista probabilmente la migliore Corim della stagione: “Abbiamo trovato una nostra identità e l’equilibrio che ci è mancato ad inizio stagione. Strano sia successo proprio quando abbiamo dovuto fare a meno di Maria Caramia, ma credo che inconsciamente ognuna di noi ora sappia di dover dare qualcosa in più per lei. Sappiamo di non avere più un fenomeno a risolverci le situazioni difficili con una magia e ci siamo adattate sopperendo con grande abnegazione”.

Il segreto è nel rapporto con compagne e mister: “Ho un ottimo rapporto con tutti, mi dispiace vivere meno le compagne in trasferta per motivi di lavoro, domenica ho seguito la diretta facebook contro Salerno e avremmo meritato sicuramente di più. Il presidente Marsico è un top manager, mentre coach Liotino è colui che mi ha trascinata per prima nel futsal dopo 21 anni di calcio a 11. Il mister con me ha avuto tanta pazienza, posso solo ringraziarlo. Per lui il futsal è pura passione e il Taranto è vita”.