SHARE

Riparte il Campionato di serie D, dopo la sosta forzata causata dal maltempo, Cesari & Company affronteranno domenica 11 febbraio l’Olimpia Vignola, fra le mura amiche alle 14.30,  tra le protagoniste della compagine biancazzurra Edimara Da Silva 36 anni, brasiliana, che attualmente vive a Gallo di Petriano (PU). Calciatrice dal 2007, da sempre attaccante, giunge alla Femminile Riccione Calcio e ad oggi, ricopre il ruolo di terzino che la soddisfa molto. “Una delle giocatrici più “datate” all’ interno della rosa – confessa Arianna Fabbri – ma sicuramente una calciatrice da cui le giovani dovrebbero prendere esempio. Una voglia sconfinata di giocare, un amore per questo sport smisurato, macina km e km per venirsi ad allenare eppure sempre presente. Mamma di una bellissima bambina, riesce sempre ad organizzarsi, pur di indossare gli amati scarpini. Da quest’ anno, in collaborazione con noi, allena un gruppo di bimbe a Gallo in provincia di Pesaro, proprio per trasmettere quello che ha dentro”.

Edimara cosa rappresenta per te il Calcio? Sappiamo che alleni una squadra di giovani calciatrici, parlaci di questa esperienza.

“Per me giocare è volare, è essere libera da ogni pensiero, in quei 90 minuti l’unico obiettivo è correre dietro la palla con le mie compagne di squadra. Da quest’anno, ho iniziato ad insegnare, tutto è nato per caso, dopo che mia figlia di cinque anni mi ha detto: “Mamma voglio giocare a calcio come te” . In zona ci sono solo squadra maschili, quindi mi sono organizzata: ho chiesto la disponibilità del campo alla palestra Wellness di Gallo, e anche un aiuto alla Femminile Riccione Calcio, che si sono mostrati da subito collaborativi. Avendo 4 bambine e 5 ragazze di età mista tra 5 ai 17 anni, la gestione risulta un po’ complicata, inoltre da due mesi, sono arrivati anche tre maschietti. Dopo poco, già raccolgo i primi frutti, due settimane fa tre delle mie ragazze sono state convocate a Riccione, il loro atteggiamento mi è piaciuto molto, spero di riuscire a trasmettere loro la mia stessa passione per il calcio, accanto a disciplina e valori !!!”.

Passiamo al campionato: un tuo commento riguardante la serie D, quale squadra ti sembra più attrezzata?

“Faccio la D per la prima volta e mi trovo benissimo, mi dispiace che ci siano poche squadre e il girone sia così corto, il Forlì è sicuramente la squadra più compatta”.

Come ti è sembrato questo girone di andata per il Riccione, in cosa si può migliorare?

“L’andata è stata un po’ difficile, ancora ci stiamo conoscendo, siamo un gruppo misto fra ragazze giovani e altre come me, più esperte. Per migliorare il campionato farei la pausa più corta, tutto questo tempo senza giocare, fa perdere concentrazione e motivazione a chiunque!!!”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here