SHARE

Il Chieti Calcio Femminile fatica non poco contro una buona Virtus Partenope, ma alla fine conquista tre punti importantissimi al “N. Marcantonio” di Cepagatti grazie ad una bella rete di Pica nel primo tempo e si riprende il terzo posto in classifica vista anche alla concomitante sconfitta del Latina a Roma.

Nel primo tempo le neroverdi lottano, giocano bene, colpiscono due traverse, segnano e arginano bene le avversarie, nel secondo soffrono, ma anche con una super Balbi fra i pali portano a casa un risultato preziosissimo per la classifica e il morale.

Mister Di Camillo propone dal primo minuto Gangemi al posto della squalificata Perna.

La cronaca si apre al 5′ con un’ottima azione in velocità Vukcevic – Pica, palla a Gangemi che arriva in corsa e tira sopra la traversa.

Un minuto dopo Vukcevic si avventa sul pallone dopo una corta respinta di un difensore, ma mette alto.

All’8′ clamorosa occasione per le neroverdi con Pica che, ben servita a centro area da Antonsdottir, mette incredibilmente a lato a pochi passi dalla porta.

All’11′ azione da rivedere: Giulia Di Camillo prende in pieno l’incrocio dei pali su punizione, il pallone torna in campo, ne approfitta Giada Di Camillo che mette in rete, ma l’arbitro, su segnalazione del suo assistente, annulla per un presunto fuorigioco che, a dirla tutta, non sembrava per nulla evidente.

Sarà solo la prima di alcune decisioni quantomeno dubbie prese dal direttore di gara e i suoi collaboratori durante i novanta minuti.

Al 16′ Vukcevic ci prova dalla distanza, ma Di Blasio si accartoccia e riesce a deviare in angolo.

Dalla bandierina schema perfetto Giulia Di Camillo – Vukcevic – Benedetti, cross al centro per Giada Di Camillo che prende in pieno ancora la traversa, il pallone torna verso Antonsdottir che però mette a lato da buona posizione.

Alla mezzora grande intervento di Balbi che si fa trovare prontissima sul tiro dalla distanza di Di Marzo.

Un minuto dopo occasionissima per le ospiti con Galluccio che a tu per tu con Balbi prova il pallonetto, ma mette incredibilmente fuori.

Al 35′ il Chieti passa in vantaggio: palla in area, mischia furibonda, sul pallone va Ferrazza che prova a concludere ma viene contratta da un difensore, sul rimpallo si avventa Pica che di prima intenzione fulmina Di Blasio. È la rete che decide il match.

Allo scadere altre due occasioni per le neroverdi, prima con una bella azione corale che porta alla conclusione Giulia Di Camillo (tiro centrale fra le braccia di Di Blasio), poi con Vukcevic che tira da fuori mettendo di poco a lato. Si va dunque al riposo sull’1-0 per le padroni di casa.

La ripresa si apre con un contropiede fulmineo della Virtus Partenope al 4′ che porta al tiro Galluccio, ma Balbi è ancora una volta pronta a mettere in angolo.

Al 21′ un tiro-cross di Gangemi viene bloccato da Di Blasio.

Un minuto dopo l’azione più bella della partita: Vukcevic serve la neo entrata Coscia che mette al centro per Antonsdottir, conclusione al volo dell’islandese che finisce però alta sulla traversa.

Al 25′ la punizione di Galluccio viene parata centralmente da Balbi.

Due minuti più tardi altra bella trama di gioco del Chieti con Tagliaferri che serve bene Vukcevic, ma la conclusione di quest’ultima è troppo centrale.

Al 28′ Balbi con un colpo di reni salva la sua porta a seguito di una pericolosa deviazione difensiva su una punizione della Virtus Partenope.

Sul finale di gara vengono espulse prima Vukcevic e poi Gangemi, ma le decisioni del direttore di gara in entrambe le occasioni appaiono forse esagerate e troppo frettolose.

C’è ancora spazio per una conclusione di La Mattina che manda alto da buona posizione.

Finisce 1-0 per il Chieti che riprende a volare dopo la sconfitta patita a Latina nella scorsa giornata. Domenica prossima le neroverdi saranno attese dall’impegnativa trasferta contro la Lazio, attualmente seconda in  classifica.

 

Tabellino della partita:

 

Chieti Calcio Femminile – Virtus Partenope 1-0

 

Chieti Calcio Femminile: Balbi, Di Camillo Giada, Ferrazza, Benedetti, Vukcevic, Di Camillo Giulia, Tagliaferri (35′ st La Mattina), Gangemi, Carmosino, Antonsdottir, Pica (13′ st Coscia). A disp.: Guarracino, Diodato.

All.: Di Camillo Lello

Virtus Partenope: Di Blasio, Caiazzo, Ferrara, Apicella, Lombardi, D’Avino (40′ st D’Errico), Riccio, Santoro (30′ st Carratù), Di Marzo (35′ st Volpe), Galluccio, Tozzi (35′ st Lucy). A disp.: Ventresino, Marrazzo, De Rosa. All.: Esposito Vittorio.

Arbitro: Delli Carpini di Isernia

Assistenti: Di Marte e D’Orazio di Teramo.

Reti: 35′ pt Pica

Ammonite: Di Camillo Giada e Tagliaferri (Ch).

Espulse: Vukcevic, Gangemi (Ch)

 

IMPRESSIONI POST PARTITA DELL’ATTACCANTE DEL CHIETI ERICA PICA:

“Poco prima del mio gol avevo sbagliato una rete che poteva sembrare più semplice, ma la palla aveva rimbalzato male ed io ho esitato un po’. In occasione del gol, mi sono appoggiata a Ferrazza che ha provato a tirare, sul rimpallo la palla è arrivata a me e non ci ho pensato due volte a concludere ed è andata bene.

Non riuscire subito a chiudere la partita ci ha messo un po’ in agitazione, passavano i minuti e il nervosismo saliva. Anche il gol annullato ha pesato, era regolare a mio giudizio. Ci sono state anche altre decisioni arbitrali un po’ dubbie che hanno fatto salire ancora di più la tensione, l’importante è aver conquistato i tre punti che ci permettono di tornare al terzo posto. Dobbiamo cercare di non perderci come è successo a Latina per portare a casa punti che potrebbero essere preziosi a fine stagione. Si andrà ora a giocare contro la Lazio senza Vukcevic e Gangemi, sarà dura, ma non possiamo allentare la presa, dobbiamo andare con la grinta e cattiveria che avevamo perso nelle ultime partita e nel match contro la Virtus abbiamo riconquistato. Non bisogna perdere di vista il nostro obiettivo: siamo riuscite con fatica a prendere i tre punti, poi sono doppiamente felice che sono arrivati grazie anche ad un mio gol”.