SHARE

Si conclude con una sconfitta l’ultima partita del girone di andata del Cf Marsala, che fuori casa, opposto ad un Misilmeri caparbio e determinato, resiste fino all’82°, cedendo solo nel finale, e per  una disattenzione difensiva, punti e partita.

Una gara equilibrata fino alla fine, con due squadre speculari, formate da giovani leve e puntellate con qualche atleta di esperienza, che  hanno regalato al numeroso pubblico presente passione pura fino al triplice fischio, allorquando un “terzo tempo rugbistico” ha accomunato vinti e vincitori in un virtuale abbraccio collettivo, evidenziando in entrambe le società rispetto ed educazione, valori che purtroppo e ormai difficile riscontrare.

“Non era il risultato che avremmo sperato – commenta il presidente marsalese Peppe Chirco – sicuramente volevamo portare a casa i tre punti e chiudere al meglio il girone di andata. La partita è stata molto equilibrata, e probabilmente lo 0 a 0 poteva starci. Ma il calcio è così, basta un episodio e perdi, anche se debbo ammettere che il Misilmeri non ha rubato nulla. A parte la sconfitta credo che oggi ci sia stato un unico grande vincitore, il fair play, che ha dominato l’andamento di tutta la gara e che vorremmo fosse da esempio per tutte le altre società. Chiudiamo il girone di andata al terzo posto, ad un solo punto dal secondo, rispettando quello che era il nostro obiettivo minimo stagionale. Sappiamo quali sono le nostre lacune, e stiamo già lavorando per colmarle. Siamo certi di poter disputare un girone di ritorno migliore e sfruttando i nostri punti di forza, speriamo di prenderci qualche bella soddisfazione e concludere la stagione al secondo posto.”