SHARE

Cercola (NA) – Pareggia dopo nove vittorie di fila la Royal: una coriacea Afragirl ferma la capolista lametina al termine di una gara pirotecnica e palpitante con emozioni a go-go. Due volte in vantaggio la squadra di casa, una volta per la Royal che, rispetto al passato, ha palesato qualche disattenzione di troppo nella fase difensiva. Si è giocato in un palestrone davvero ai limiti del regolamento se rapportato al PalaSparti inspiegabilmente chiuso al cospetto di strutture a dir poco precarie quanto a sicurezza. E nella baraonda odierna anche una direzione arbitrale lacunosa nella valutazioni di falli di mano non visti (per altrettanti rigori), purtroppo a sfavore della Royal ma non è certo una scusante per la squadra di patron Mazzocca che deve ripartire dalla veemenza nel voler riagguantare l’avversario (onore all’Afragirl che ha anche colpito tre pali) oggi per il prosieguo.

CRONACA. Mister Ragona inizia col quintetto standard: Ceravolo in porta, capitan Fragola in difesa, Corrao e Primavera laterali, Losurdo pivot. Calcio d’inizio e Vecchione dopo 8 secondi con un tiro da metà campo colpisce la traversa. Risponde subito la Royal con Losurdo atterrata da Del Fiume in area ma l’arbitro fa riprendere con una punizione per Afragirl. Ci prova ancora  Afragirl con Del Fiume, respinge copi pugni Ceravolo. Break Royal con Losurdo, respinge Russo, e poco dopo combinazione Primavera-Fragola, sinistro all’angolino deviato con un piede da Russo. Ancora gran tiro di Losurdo, di poco fuori. Preludio al vantaggio Royal: gran destro da fuori di Primavera (7’35”) e palla all’angolino, 16esimo sigillo per la forte siciliana. Primo cambio Royal: entra De Sarro esce Primavera. Brivido per la Royal a metà tempo: rimpallo favorevole per Vecchione che tira fuori da due passi. Entra Manitta esce Corrao. Ci prova l’Afragirl: gran destro di Vecchione ed altro palo per il pivot campano. Entra Linza per Losurdo. Sinistro di Aresu para facile Ceravolo. Risponde Manitta, destro a fil di palo. Sulla ripartenza locale patatrac Royal: passaggio orizzontale preda di Vecchione, che con un destro da fuori infila il pareggio. Reazione Royal poco dopo: gran punizione di Manitta e Russo devia coi pugni. Ma la Royal è distratta e subisce il raddoppio: ripartenza Afragirl con Vecchione per Bisogno che di destro fa 2-1. Rientra Primavera e poco dopo 5° fallo di squadra per Afragirl (su Losurdo, che pagherà dopo col tiro libero). Di nuovo in campo il quintetto iniziale (con Manitta per Fragola) e la Royal pareggia: tira da sinistra Primavera e Di Deo per anticipare Manitta mette nella propria porta. 2-2. Royal nuovamente reattiva: gran tiro Primavera, respinge Russo. Ci prova Losurdo in mischia ma viene atterrata ma senza decisioni arbitrali. Ammonita Di Deo che colpisce con la mano, sperando di segnare, e tiro libero per la Royal: Losurdo si fa respingere il tiro.

RIPRESA. Royal con la sola variante di Manitta per Corrao rispetto al primo tempo. Parte bene la Royal con Primavera e Losurdo che non si trovano a vicenda, ci pensa invece la brasiliana Manitta a portare avanti la Royal. Gran punizione dalla distanza e palla all’incrocio. 2-3. Passano dieci secondi e l’Afragirl pareggia: Bisogno per l’accorrente Vecchione che fa 3-3 con un rasoterra. Partita veloce e ricca di emozioni. Terzo palo per l’Afragirl: lo colpisce Sangermano (7’). Royal vicina al poker con Losurdo che tira a fil di palo su bella triangolazione con Manitta, che imita la compagna poco dopo. Arbitri confusi: non vedono un mani in area di Del Fiume (9’35), lo vedono poco dopo della stessa atleta (ammonita), batte Losurdo,para Russo,ribatte Manitta alto. Dentro Ierardi, e ripassa avanti l’Afragirl con la complicità della disattenta Royal: palo di Vecchione, difesa ferma e da due passi Aresu (10’46”) mette dentro. 4-3. Reagisce subito Manitta: sinistro piazzato, Russo devia in tuffo. Poi è Bisogno a salvare sulla linea su tiro di Losurdo, che poco dopo tira a lato da due passi. Ceravolo salva all’incrocio su Aresu. Poi Ierardi sfiora il palo dalla distanza.  La Royal ci crede: Ierardi (13’31”) se ne va sulla sinistra e di destro infila Russo sotto le gambe. 4-4. Doppio tiro di Ierardi, salva sempre Russo. La Royal attacca, magari con troppa foga e non trova il guizzo . Ci prova Primavera di testa all’indietro,palla di poco alta. A 2’22” dalla fine allontanato Ragona per proteste. Ci prova Ierardi, deviato in angolo; idem Primavera poco dopo salva Russo. Risponde Vecchione, para Ceravolo. Finisce in parità con applausi per tutti.

INTERVISTE. Alla gara ha presenziato anche Umberto Ferrini, delegato della Divisione per il calcio femminile: “Mi sono divertito molto, alla fine pareggio equo che non inficia assolutamente la cavalcata finora della Royal. Anzi spero che la città di Lamezia la segua ancora di più, considerando anche che il 14 febbraio si giocherà la Finale di Coppa Italia e l’accesso alla Final Four di Bari. Una cosa però fatemela dire sul PalaSparti, conosco benissimo quella struttura dove abbiamo organizzato una grandissima Final Eight appena 10 mesi fa, e parliamo di una struttura agibile. Sono disposto a venire a parlare con i Commissari: è assurdo tenere chiuso il PalaSparti”. Finalmente rilassato mister Ragona: “Purtroppo abbiamo pagato 4 errori individuali, al contrario noi abbiamo fatto gioco e azioni. Alla vigilia avrei firmato per il punto, la lotta continua nel senso che il torneo è ancora lungo, dovremo correggere gli errori e ripartire con maggiore forza ed entusiasmo. L’espulsione? Parlavo con la mia panchina, e comunque ho visto valutazioni arbitrali a dir poco opinabili”.

 

TABELLINO 4-4

AFRAGOLA: Russo, Aresu, Vecchione, Di Deo, Del Fiume, Cozzolino, Sangermano, Miele, Bisogno, Macchia. All. Boranga

ROYAL: Ceravolo, Fragola, Corrao, Primavera, Losurdo, Manitta, Linza, Ierardi, De Sarro, Sgrò, Sabatino, Guerra. All. Ragona

ARBITRI:  Coviello di Potenza e Caprioli di Venosa. Crono: Lamanuzzi di Molfetta.

RETI: pt 7’35” Primavera (R), 16’17” Vecchione (A), 17’27” Bisogno (A), 18’40” Primavera (R). St 3’24” Manitta (R), 3’35” Vecchione (A), 10’46” Aresu (A), 13’31” Ierardi (R).

Note: al 20’ pt Losurdo sbaglia (parato) un tiro libero. Ammonite: Di Deo, Del Fiume (A).