SHARE

FORTITUDO MOZZECANE – SAN MARINO 4-0

Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Pecchini, Welbeck (1’ st Marconi), Signori (22’ st Dal Molin), Caliari (37’ st Fasoli), Salaorni, Martani (32’ st De Vincenzi), Carraro, Peretti, Caneo (11’ st Bottigliero), Gelmetti.

A disposizione: Venturini, Marconi, Fasoli, Dal Molin, Bottigliero, De Vincenzi, Boni.

Allenatore: Bragantini.

San Marino: Giorgi, Montalti, Rossi, Paganelli (40’ st Nicolini), Prenga (30’ st Menin), Costantini, Mainardi, Venturini, Vagnini (11’ st Bianchi), Cimatti, Mastrovincenzo (1’ st Innocenti).

A disposizione: Nicolini, Micciarelli, Pozzi, Menin, Casali, Bianchi, Innocenti.

Allenatore: Baschetti.

Arbitro: Fabello (Trento).

Assistenti: Marcomini e Bergamini (Verona).

Reti: 8’ pt Carraro, 23’ pt Pecchini, 27’ pt Martani, 42’ pt Martani.

Note: ammonite Montalti e Innocenti.

La Fortitudo Mozzecane domina la partita, giocatasi nello stadio comunale di Villafranca, contro il San Marino e, complice il pareggio tra Vittorio Veneto e Pordenone, si porta a +4 dal quarto posto.

La gara inizia subito bene per le gialloblù, che si portano in vantaggio all’8’ grazie al bel destro da fuori area di Carraro. San Marino non riesce a creare pericoli e le ragazze di Bragantini comandano il gioco con sicurezza. Al 18’ Martani, lanciata dal filtrante di Peretti, prova a sorprendere il portiere con un pallonetto che esce di poco a lato. Al 23’ arriva il raddoppio: Pecchini, da posizione molto defilata, prova un tiro – cross che sorprende Giorgi e finisce all’incrocio.

Solamente dopo quattro minuti la Fortitudo cala il tris, questa volta con Martani, che viene smarcata da un passaggio preciso di Peretti e colpisce. Al 38’ Gelmetti colpisce al volo e il gol le viene negato solo per un grande intervento del portiere. La partita viene chiusa al 42’, quando Martani insacca di testa, firma il 4-0 e si porta in vetta alla classifica marcatori del girone C.

 

 

A inizio secondo tempo la partita non si riapre grazie ad un intervento perfetto di Olivieri, che alza sopra la traversa un tiro insidioso di Paganelli. Dopo aver chiuso la pratica nei primi 45 minuti le gialloblù non colpiscono, ma controllano il gioco e non permettono mai alle avversarie di rientrare in partita. Partita ricca di soddisfazioni per Bragantini, visto che le sue giocatrici non hanno concesso nulla; nota positiva la presenza in campo di De Vincenzi, finalmente guarita dall’infortunio.

Riccardo Cannavaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here