SHARE

FORTITUDO MOZZECANE – LA SAPONERIA UNIGROSS 4-3

Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Fasoli (13’ st Mele C.), Caliari (38’ st Bonfante), Dal Molin (1’ st Rotondo), Salaorni, Marconi (24’ st Bottigliero), Martani (51’ st Welbeck), Carraro, Peretti, Caneo, Gelmetti.
A disposizione: Venturini, Welbeck, Bonfante, Mele C., Signori, Bottigliero, Rotondo.
Allenatore: Bragantini.

La Saponeria: Dilettuso, Cicala, Confessore, Eugeni (34’ st Amicucci), Giuliani, Longo, Mari, Copia, Santirocco, Cialfi (45’ st Vizzarri), Nozzi (8’ st Lazzari).
A disposizione: Vizzarri, Amicucci, Lazzari.
Allenatore: Di Giovanni.

Arbitro: Pileggi (Bergamo).
Assistenti: Valerio, Tiso (Verona).

Reti: 7’ pt Nozzi, 17’ pt Caneo, 21’ pt Eugeni, 23’ st Santirocco, 42’ st Carraro, 46’ st Peretti, 50’ st Rotondo.
Note: 6’ st ammonita Santirocco, 48’ st ammonite Salaorni e Amicucci, 45’ st espulsa Longo.

La Fortitudo regala brividi ed emozioni nella gara casalinga con le pescaresi. Le padrone di casa dominano il gioco, ma rischiano di non prendere punti per alcune distrazioni evitabili. Al 7’ le ospiti si portano in vantaggio con Nozzi, che di testa, sugli sviluppi di una punizione, scavalca Olivieri.

Le gialloblù provano subito a rientrare in partita, prima con Marconi, murata, poi con Peretti, che calcia di poco alta una punizione. Al 17’ pareggia Caneo con uno stupendo destro da fuori area all’incrocio. I problemi per la squadra di Mozzecane non sono finiti: al 21’ Eugeni porta il punteggio sull’1-2. La fortuna non assiste le ragazze di Bragantini, che al 39’ sfiorano il pareggio con Carraro, la cui punizione viene fermata dalla traversa.

 

Il secondo tempo vede le gialloblù attaccare costantemente, ma la porta avversaria sembra stregata: all’11’ altra traversa, stavolta con Peretti, che da fuori area lascia partire un gran destro.

La beffa arriva poco dopo, quando al 23’ Santirocco sfrutta un incertezza di Marconi, si invola verso la porta di Olivieri e segna il gol dell’1-3. Quando ormai la situazione sembra del tutto compromessa, al 42’ ecco la rete del 2-3: Carraro in mischia spinge in porta la sfera.

Tre minuti dopo Peretti regala il pareggio su rigore, conquistato da Martani. Al 50’, quando poco prima anche il pareggio sembrava impossibile, la Fortitudo porta a casa la partita con l’ultima azione: Salaorni mette in mezzo e Rotondo è brava a dare la zampata vincente. 4-3 e tre punti per le gialloblù in una partita nervosa, combattuta e sofferta fino all’ultimo.

 

Riccardo Cannavaro