SHARE

Il Fimauto Valpolicella esce sconfitto, a testa alta, dalla sfida contro il Brescia con il risultato di 4-2 al termine di una partita gagliarda, giocata ad armi pari soprattutto nel secondo tempo. Dopo l’uno-due iniziale delle padrone di casa, Boni e compagne hanno reagito dimezzando lo svantaggio e costringendo alla difensiva l’avversario. La ripresa, dopo un inizio positivo delle gialloblu, ha visto le leonesse bresciane trovare altre due reti che hanno di fatto chiuso la partita.

Brescia-Fimauto Valpolicella: 4-1 (2-1)
Reti: 
4’ Heroum (B), 12′ e 68’ Giacinti (B), 41′ Faccioli (V), 77’ Sikora, 84’ Carradore
Brescia: 1 Marchitelli, 2 Mendes (85’ Cacciamani), 4 Pettenuzzo, 5 Sikora, 9 Sabatino, 10 Girelli, 11 Heroum (85’ Ghisi), 15 Hendrix, 16 Fusetti, 19 Giacinti (92’ Magri), 23 Giugliano
A disposizione: 12 Ceasar, 6 Bocchi, 8 Magri, 13 Cacciamali, 17 Daleszczyk, 18 Ghisi, 21 Miglio
All. Piovani
Fimauto Valpolicella: 1 Gritti, 23 Faccioli, 27 Bissoli, 5 Salamon (65’ Tombola), 21 Mascanzoni Da., 4 Solow, 77 Sardu (75’ Montecucco), 8 Carradore, 9 Fuselli, 10 Boni, 19 Mason (64’ Riboldi)
A disposizione: 12 Meleddu, 3 Varriale, 7 Mascanzoni De., 17 Benincaso, 11 Tombola, 2 Riboldi, 18 Montecucco
All. Diego Zuccher
Arbitro: sig. Canci di Carrara
Ammonizioni: Mascanzoni Da. (V)

La partita. Il Brescia parte subito forte e al 3’ Sikora prova il tiro da appena dentro l’area ma la palla viene deviata in angolo da Bissoli. Le padrone di casa insistono e un minuto più tardi, al 4’, trovano il gol del vantaggio con Heroum, brava a girare di testa un traversone di Mendes dalla sinistra: la palla, angolatissima, colpisce il palo interno e finisce alle spalle dell’incolpevole Gritti.
Ancora Brescia pericoloso al 9′ con Sikora che da buona posizione spara sull’esterno della reta.
Al 12’ arriva il raddoppio delle leonesse con Giacinti, brava in acrobazia a finalizzare un cross dalla destra, con il contagiri, di Sikora.
Il Valpolicella fatica a trovare spunti offensivi mentre il Brescia, galvanizzato dal doppio vantaggio, gioca in scioltezza, rendendosi pericoloso con veloci triangolazioni sull’asse Girelli-Sikora.
Al 27’ prima azione offensiva degna di nota del Valpolicella con Sardu che, dopo una bella fuga sulla sinistra cerca l’assist volante per Mason ma la palla è facile presa di Marchitelli.
Al 31’ Valpolicella vicino al gol con Solow che, sempre dalla sinistra, lascia partire diagonale potentissimo che finisce di poco a lato.
Al 34’ è Sardu che, servita da Mason, ci prova dal limite dell’area, ma anche in questo caso la conclusione termina a fondo campo.
Buon momento per le gialloblu che insistono alla ricerca del gol che potrebbe riaprire la partita, mentre il Brescia, dopo la sfuriata iniziale, ora sembra in difficoltà.
Al 39’ Mason si libera bene al limite dell’area ma il suo tiro, un po’ strozzato, finisce docile tra le braccia di Marchitelli.
Al 40′ Gritti devia in angolo una conclusione ravvicinata di Hendrix.
Al 41’ arriva il gol del Valpo che riapre la partita: la difesa del Brescia libera l’area, la palla arriva a Faccioli che dal oltre trenta metri lascia partire un ‘terra-aria’ che non lascia scampo a Marchitelli.ù
Dopo una mischia davanti a Gritti, l’arbitro fischia la fine del primo tempo e manda le squadre negli spogliatoi con il Brescia in vantaggio per 2-1.

Il secondo tempo si apre senza sostituzioni da entrambe le parti e con il Brescia che si getta subito in avanti. Il Valpo però non si limita a difendersi ma ribatte colpo su colpo, contrastando la manovra delle padrone di casa con un pressing insistito e deciso
a centrocampo.
Al 54’ Girelli dalla destra cerca Giacinti in area ma il numero 19 del Brescia, ben posizionato, non controlla.
Nella ripresa il Brescia stenta da imporre il proprio gioco, come aveva fatto ad inizio primo tempo, mentre è il Valpo che si fa preferire per grinta e determinazione.
Al 65’ doppio cambio per il Valpolicella con mister Zuccher che manda in campo Riboldi al posto di Mason e Tombola al posto di Salamon.
Il Brescia fatica a manovrare e si affida a lanci lunghi che sono però facile preda della difasa veronese.
Al 68’ arriva però il 3-1 del Brescia con Giacinti che, ben lanciata, entra in area e batte Gritti che riesce solo a toccare la palla. Il Valpo non si abbatte e continua a giocare
Al 72’ Fuselli, all’altezza del dischetto del rigore, si ritrova la palla sui piedi per il possibile 2-3 ma la sua conclusione è centrale e Marchitelli blocca senza problemi.
Al 75’ Montecucco sostituisce Sardu.
Al 76’ il Brescia cala il poker con Sikora che, a tu per tu con Gritti, non sbaglia e di fatto chiude la partita.
Girelli vicina alla cinquina al minuto 82 con una punizione che sfiora il palo alla destra di Gritti.
Il Valpo non molla e all’84’ dimezza lo svantaggio con un bel colpo di testa di Carradore sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Boni.
Dopo 4’ di recupero il sig. Canci di Carrara fischia la fine della partita: il Brescia vince 4-2 e torna in vetta alla classifica, in attesa del risultato del posticipo Sassuolo-Juventus. Il Fimauto Valpolicella, nonostante una buona prestazione, incassa una sconfitta comunque indolore in ottica salvezza, anche alla luce degli altri risultati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here