SHARE

Non poteva avere un esito più felice la prima partecipazione della San Marino Academy al torneo “Arco di Trento-Beppe Viola”. Le giovani calciatrici biancoazzurre – categoria Under 15 – hanno vinto tre delle quattro gare disputate, compresa la finalissima di questo pomeriggio, al termine della quale si sono laureate vincitrici del mini torneo trentino.

Nelle tre vittorie spicca anche il particolare – non trascurabile – di aver mantenuto sempre la porta inviolata. Ad iniziare dalla gara d’esordio, vinta per 3-0 contro l’Isera grazie alla tripletta messa a segno da Eleonora Diversi.

Nella seconda gara del girone, contro l’Hellas Verona, è arrivata una sconfitta indolore (2-0: gol di Bertucco e autorete di Paolini) che non ha impedito alle Titane di qualificarsi per la semifinale.

Quest’ultima è stata la versione Under 15 della gara odierna della Prima Squadra: San Marino Academy-Unterland Damen. Anche in questo caso la vittoria è andata alle biancoazzurre, ma con un punteggio più stretto rispetto a quello delle “sorelle maggiori”: 1-0, con gol partita a firma di Giorgia Felicità.

Nella finalissima, giocata alle ore 16, la San Marino Academy è tornata ad aprire abbondantemente i rubinetti del gol: il 3-0 rifilato all’Imolese è stato scritto dai gol di Eleonora Diversi, Eleonora Cecchini e Giorgia Felicità.

Un trionfo ottenuto giocando su un terreno reso pesante dalla pioggia caduta abbondantemente nella giornata di oggi, come racconta un soddisfatto Filippo Zaghini:

“È stato un bel torneo, purtroppo un po’ disturbato dal maltempo perché oggi ha sempre piovuto e il campo era molto pesante. Un torneo anche molto equilibrato; nel nostro girone c’era il Verona, che secondo me era la squadra più forte. Infatti contro di loro, nella seconda partita, abbiamo perso 2-0, anche se sui due gol ci sono delle responsabilità nostre. Inoltre non ci sono mancate le occasioni per pareggiare. L’altra partita del girone invece l’abbiamo vinta facilmente. In semifinale abbiamo vinto 1-0, ma la gara l’abbiamo sempre condotta noi. Invece la finale è stata portata a casa con un punteggio più largo. Possiamo dire di aver chiuso il torneo in crescendo.”

Difficile immaginare, anche per i più ottimisti, che alla prima partecipazione al torneo la squadra sarebbe riuscita subito ad alzare la coppa.

“Non conoscevo bene le avversarie di questo torneo – prosegue Zaghini  – però conoscevo le nostre vittorie nel campionato Giovanissime, dove i punteggi sono sempre stati molto ampi. Quindi mi aspettavo di fare un ottimo torneo. Ma da lì a vincere ce ne passa, ci vogliono molte componenti, tra cui un po’ di fortuna. Non sono mancati piccoli infortuni e attacchi di febbre, ma le ragazze chiamate in causa hanno sempre risposto molto bene. Sono contento soprattutto per le mie giocatrici: si meritavano questa vittoria dopo il buonissimo campionato fatto finora.”