SHARE

Buongiorno Presidente, si chiude l’anno solare 2017: tracciami un bilancio… Il 2017 è da dimenticare per quanto riguarda la classifica ed i risultati sul campo è stato un anno di cambiamenti che hanno influito sul rendimento della squadra. Nell’ultimo periodo, però, nonostante i risultati, ho visto crescere la squadra e questo ci fa ben sperare per un buon 2018. Il momento più bello e il più brutto del 2017… L’anno 2017 e’ stato segnato da un evento negativo che è stato l’abbandono del vecchio allenatore, cosa che ha portato alla rottura dell’equilibrio avuto fino ad allora dalle mie ragazze, ma dato che “non tutto viene per nuocere”, con l’arrivo del nuovo allenatore stiamo ritrovando la fiducia nel nostro potenziale e stiamo crescendo costantemente. Il 2017 ha segnato il cambiamento del calcio femminile soprattutto con l’ingresso della Juventus… qual è il tuo pensiero a riguardo? Sono fiera ed orgogliosa di come sta cambiando il movimento, soprattutto grazie all’ingresso dei club maschili manca ancora un po’ di tempo, ma a breve ci sarà l’esplosione definitiva del movimento, e il calcio femminile avrà gli onori che merita. Cosa serve ancora al movimento per la definitiva esplosione? Ci vogliono più strutture, più contributi alle società e il cambiamento di mentalità da parte di molte famiglie: il cammino è lungo ma siamo sulla strada giusta. Speranze ed ambizioni per il 2018 Non sono una che ama parlare del futuro o fare proclami: abbiamo tente idee in mente e speriamo di poterle realizzare. Hai ringraziamenti particolari da fare a chi ti è vicino nel Casentino calcio femminile? Un particolare ringraziamento alla dott.ssa Chiara Canaccini della azienda Ceg, nostro sponsor ufficiale, che nonostante gli avversi risultati continua a darci forza e sostegno. Ringrazio anche gli altri sponsor e chi ci ha dato la possibilità di usufruire dei propri impianti sportivi.