SHARE

L’ex capitano del Borussia Policoro è sicura: “Ce la giocheremo fino alla fine. Il merito della nostra rinascita è di coach Liotino”

 

 

Due sconfitte consecutive, a Salerno e in casa contro la capolista Woman Napoli, accolte comunque senza rammarico e perfino con soddisfazione. Si, perché nei due ko per 2-1 contro le corazzate del torneo si è vista la miaCorim Città di Taranto della stagione, degna di giocarsi la salvezza diretta fino all’ultima giornata.

“Contro Napoli meritavamo di più – conferma la giovanissima Giusy Scarcia – ma ne siamo uscite più forti e soprattutto a testa alta, sapendo di aver dato il massimo e di aver giocato la partita fino all’ultimo secondo”.

Taranto sta giocando a livelli altissimi: “Il merito è di coach Vito Liotino, che crede tanto in noi e prepara le partite benissimo. Noi cerchiamo di ricambiare la sua fiducia dando sempre il massimo: il gruppo è compatto e vuole raggiungere l’obiettivo salvezza”.

La forte coesione del gruppo come plus per ottenere il massimo dal finale di stagione: “Ho un rapporto bellissimo con il miaster e le mie compagne, sono qui da pochi mesi (Scarcia era il capitano del Borussia Policoro, ndr) ma sembra di essere qui da sempre. Siamo una grande famiglia. Voglio ringraziare tutti e in particolar modo il presidente Gianni Marsico, che fa tanti sacrifici per essere sempre presente e non farci mancare mai nulla. Impossibile non amare questa maglia e questi colori”.

Domenica turno di riposo, si riprende il 18 marzo alle 17 con l’attesa sfida al Palafiom contro il Cosenza: “Loro hanno fame di punti e non sarà una gara semplice. Le ho affrontate anche l’anno scorso e lotteranno fino alla fine. Ma noi abbiamo bisogno della vittoria perché vogliamo salvarci: vietato sbagliare”.

Ufficio stampa Corim Città di Taranto