SHARE
Il Wolfsburg festeggia il gol di Lara Dickenmann

Chelsea e Wolfsburg si ritrovavano in Champions femminile per il terzo anno consecutivo. Questa volta, le Blues sembravano meglio attrezzate per impesierire le supercorazzata tedesca sia a livello tecnico che mentale.

E infatti, sono proprio le padrone di casa a trovare il gol dopo soli due minuti di gioco con Ji So-Yun, brava a capitalizzare un cross di Fran Kirby e a eliminare la difesa tedesca per battere Almuth Schult con un tiro imprendibile.

Reazione tedesca

Il Wolfsburg però pareggia un quarto d’ora dopo grazie a Sara Björk Gunnarsdóttir che insacca di testa un cross di Lara Dickenmann. Poco prima dell’intervallo, è l’infortunata Maren Mjelde a dare il vantaggio alle ospiti deviando in propria porta una punizione di Lena Goessling.

Le inglesi cercano il pareggio da inizio ripresa ma il Wolfsburg chiude la partita al 66′ con un gran gol in rovesciata firmato Dickenmann.

Meno solido difensivamente rispetto alle precedenti partite in UWCL, il Chelsea non avrà vita facile domenica prossima contro una squadra decisa a giocare una quarta finale in sei anni.

Chelsea 1-3 Wolfsburg
(Ji 2′; Gunnarsdóttir 18′, Mjelde ag. 43′, Dickenmann 66′)
Chelsea: 1 Lindahl; 16 Ericsson, 5 Flaherty (11 Rafferty 75′), 18 Mjelde, 3 Blundell; 22 Cuthbert (7 Davison 84′), 4 Bright, 17 Chapman (cap.); 10 Ji, 14 Kirby, 24 Spence (9 Aluko 68′).
Allenatrice: Emma Hayes
A disposizione: 28 Telford, 21 Cooper

Wolfsburg: 1 Schult; 9 Blässe (27 Kerschowski 62′), 4 Fischer (cap.), 28 Goessling, 16 Maritz; 7 Gunnarsdóttir; 21 Dickenmann, 22 Harder, 11 Popp, 26 Graham Hansen (3 Jakabfi 78′); 17 Pajor (10 Wullaert 88′).
Allenatore: Stephan Lerch
A disposizione: 29 Frohms, 6 Baunach, 15 Stolze, 24 Wedemeyer

Foto: www.vfl-wolfsburg.de

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here