SHARE

Salento Women Soccer: Mariano, Ouacif, Felline, Zaccaria, Costadura, Vitti (1′ st Aprile dal 43′ st Lazoi), Coluccia, Cazzato, Bruno, Pinto, Santoro (40′ st D’Amico). In panchina: Cucurachi, Viva. Allenatrice Vera Indino. Roma: Casaroli, Capparelli, Vigliucci, Monaco, Cacchioni, Morra, Tumbarello (3′ st Pedullà), Lorè, Conte (30′ st Visentin), Proietti, Weithofer (3′ st Berarducci). In panchina: Felicella, Sclavo, Cortelli. Allenatore Roberto Piras. Arbitro: Travascio di Moliterno. Marcatrice: nel pt 46′ Lorè. Vicine all’impresa le giovani calciatrici della Salento Women Soccer, sconfitte solo di misura (0-1) dalla capolista Roma nel match giocato sul sintetico di Sogliano Cavour. La squadra allenata da Vera Indino, nonostante il passo falso che interrompe la serie di sette risultati utili consecutivi, è uscita dal campo tra gli applausi del pubblico salentino che ha apprezzato l’impegno con cui le giallorosse si sono battute contro la corazzata capitolina, partita ad inizio stagione con l’obiettivo dichiarato di vincere il campionato. La Roma ha dovuto attendere il primo minuto di recupero del primo tempo per sbloccare il risultato con Lorè dopodiche sul finire del match Mariano ha parato un rigore calciato dalla romanista Proietti. Nei minuti di recupero la Salento Women Soccer ha avuto la palla del possibile 1-1 ma sul colpo di testa di Cazzato c’è stato l’intervento decisivo sulla linea di porta di Cacchioni che ha salvato la porta della Roma. «Un vero peccato – ha detto a fine partita l’allenatrice leccese -. Quel colpo di testa ci ha dato l’illusione del gol, purtroppo c’è stato il salvataggio sulla linea di porta. A fine partita, il mio collega della Roma, Roberto Piras, mi ha confidato che su quel tiro ha sudato freddo… Faccio comunque i complimenti alle mie ragazze che nonostante le tante defezioni sono uscite dal campo a testa alta. Non è facile per noi rinunciare ad un elemento come Serena D’Amico, la leader del gruppo, poi mancava pure Chiara Guido. Ecco, mi sarebbe tanto piaciuto giocare questa partita con la squadra al completo, penso proprio che avremmo reso la vita ancora più difficile alla Roma. Ci teniamo comunque la buona prestazione e la soddisfazione per l’ennesimo esordio assoluto in serie B di una nostra giovane calciatrice. Dopo le varie Coluccia, Aprile, Bruno e Vitti questa volta è toccato alla quattordicenne Rebecca Lazoi. E altre sono in rampa di lancio, a conferma del buon lavoro del nostro vivaio». Domenica prossima le giallorosse salentine saranno impegnate nella Capitale contro la Roma XIV: fischio d’inizio alle ore 14.30.