SHARE

Con tre gol per tempo la Ludos archivia anche la pratica Acese nell’incontro valido per la prima giornata di ritorno del campionato di serie C di calcio femminile. Woman of the match è la bomber Maria Chiara Dragotto, che impreziosisce la sua partita mettendo a segno ben cinque reti. La capolista così mette tra sé e le etnee, seconde in classifica, dieci punti di vantaggio. Mister Antonella Licciardi deve fare a meno, causa infortunio, di due pedine importanti come il capitano La Cavera e la centrocampista Giaimo ma trova le giuste alchimie inserendo Incontrera come esterno e Campo in mezzo al campo. La prima chance per le padrone di casa si registra già al 3′ con Buttacavoli, che da buona posizione non riesce ad agganciare il pallone. Ad aprire le danze allora ci pensa la solita Dragotto che al 13′ finalizza una splendida azione innescata da Buttacavoli. Al 21′ arriva il raddoppio grazie a un’azione insistita e caparbia di La Mattina, che con un bel colpo di esterno supera La Cava. Altri tre giri di lancette e la Ludos centra nuovamente il bersaglio: punizione battuta da Dragotto, la palla picchia sulla parte interna della traversa e oltrepassa la linea bianca. Il primo tiro dell’Acese si registra al 35′ con una conclusione di Zingale bloccata da Campanella. Lo spartito della gara non cambia nella ripresa. Al 21′ un diagonale di Dragotto si spegne a fil di palo. La numero 9 delle palermitane si rifà al 29′: con una volée scavalca La Cava e deposita la sfera in fondo al secco. Prima dei titoli di coda l’attaccante della Ludos supera per altre due volte l’estremo difensore ospite.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here