SHARE

Bianca Castagnaro Moraes, portiere biancorosso classe 1989, difenderà la porta della squadra di Zanetti anche nella prossima stagione, 2018/2019. È questa la prima, splendida notizia che arriva in un finale di stagione che ha lasciato il Futsal Breganze con l’amaro in bocca, vista la mancata qualificazione ai play off per un’inerzia: con 46 punti a parimerito con la Lazio, la squadra di Chilelli ha staccato il pass al posto delle nostre ragazze solo per il criterio degli scontri diretti. Ma ora è già tempo di guardare avanti e se queste sono le premesse…beh, sarà un’estate decisamente divertente. La riconferma di Bianca Castagnaro è un grande colpo: la brasiliana qualche mese fa è stata eletta terzo miglior portiere al mondo, riconoscimento che ha dimostrato di meritare pienamente sul campo blindando la porta biancorossa più di qualche volta con le sue prodezze. Ora, parola a lei per riassumere la stagione del Breganze e raccontare i motivi che l’hanno spinta a scegliere questa squadra anche per il prossimo anno.

Bianca, partiamo dall’annata appena conclusasi: come la valuti?

Penso che da una parte sia stata negativa, dall’altra positiva. Negativa perché non siamo riusciti a centrare i play off, che erano il nostro obiettivo e tutto lo staff e le giocatrici volevano raggiungere. Siamo un po’ delusi, tristi per non esserci riusciti anche perché siamo arrivati lì, ad un passo. Ma da un altro punto di vista possiamo dire che, dopo un girone d’andata sotto le aspettative, in quello di ritorno c’è stata una buona reazione. Infatti, se non mi sbaglio, nella seconda parte di stagione abbiamo fatto 18 punti in più rispetto al Real Statte che ha terminato settimo.

Archiviato questo primo anno, hai deciso di rimanere a Breganze anche nel 2018/2019. Ci racconti perché?

Sì, la prossima stagione sarò ancora una giocatrice del Breganze. Sono molto felice, il Breganze ha fatto tanto per me e qui mi trovo davvero bene: è una società accogliente, fatta di persone buone che mi sono state vicine fin dal primo giorno. Tra queste c’è sicuramente l’allenatore dei portieri, Sergio Zanconato, è troppo forte: mi sprona ogni giorno a migliorare, a lavorare sodo e questo mi piace tantissimo. E poi Breganze è anche una bella città, tranquilla, si sta benissimo.

Qual è il tuo obiettivo per la prossima stagione?

Quest’anno sono mancata per 11 partite, a causa di problemi con il tesseramento. Quindi il primo proposito è quello di essere presente per tutta la stagione e io personalmente spero di poter fare meglio per la mia squadra, dare un po’ di più. Ovviamente, essendo la mia prima stagione in Italia, ho dovuto ambientarmi anche io, capire come si gioca. E poi spero che, come squadra, riusciremo a migliorare il risultato di quest’anno.

Tu sei arrivata a settembre dal Brasile, cosa ne pensi del campionato di Serie A Femminile italiano?

Questo tipo di campionato mi piace: ci sono tante squadre, e ciò va benissimo, io credo che più sono meglio è. Sicuramente è un po’ pesante, le partite sono tantissime, ma ho visto tanti team crescere e migliorare, per me è positivo. L’unica cosa che penso ci sia da migliorare è l’organizzazione dei play out: il fatto che ci sia solo una squadra che rimane in A secondo me è brutto.

E del livello del futsal italiano?

Sono due-tre anni che ho iniziato a guardare e interessarmi al futsal italiano. Penso che questa sia stata la stagione migliore, il campionato più forte, in cui ci sono state tante squadre che hanno giocato a livelli davvero alti. Ovviamente in Brasile è diverso: lì si nasce con la palla tra i piedi, si comincia a giocare quando si è bambine di 10-11 anni. Qui invece il settore giovanile è un po’ meno sviluppato, anche se ho visto che tante squadre stanno cominciando ad investire e questo mi piace, si vede che il movimento di futsal femminile sta crescendo.

Ora per te è tempo di tornare in Brasile, cosa farai in quest’estate?

Sicuramente prima di tutto riposerò: in Brasile il campionato inizia a febbraio quindi è più di un anno e mezzo che non stacco un po’ la spina. Ma non starò ferma, tra palestra e calcio con gli amici mi terrò in forma, pronta per tornare a Breganze più carica che mai.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here