SHARE

Conversano (Ba) – Archiviata la stagione della prima squadra, con la salvezza conquistata all’ultima giornata da capitan Sportelli e compagne, in casa Asd Conversano Calcio a 5 Femminile le attenzioni sono adesso rivolte sul settore giovanile ed, in particolare sulla selezione Juniores. Proprio in questi giorni la compagine rossoblu ha esordito in un mini torneo organizzato e promosso dal Csen a cui, oltre alle conversanesi, partecipano anche Trani, Altamura e Bisceglie. E contro queste ultime le giovani ragazze allenate da mister Giancarlo Berardi hanno disputato la prima gara della manifestazione ottenendo una storica vittoria. Rinviato per pioggia, invece, il secondo appuntamento del Conversano inizialmente programmato per sabato scorso ad Altamura.

 

BRIVIDI SALVEZZA – Intanto ad una settimana dalla salvezza conquistata dalla prima squadrea, mister Berardi è tornato sulla stagione della sua squadra: “Dietro il raggiungimento di ogni obiettivo è fondamentale il lavoro incessante di un gruppo di dirigenti e appassionati che sento di dover mettere in cima alla lista dei ringraziamenti: su tutti il presidente Francesco Murro, il team manager Vito Totaro e la preziosa collaboratrice Stefania Sanapo, mio alter-ego al femminile. Siamo partiti con l’obiettivo di difendere una categoria conquistata sul campo nella scorsa stagione, abbiamo iniziato bene, poi abbiamo avuto dei problemi sia a livello di infortuni che di altra natura. Con società e staff siamo stati bravi ad individuare i problemi e ad eliminarli alla radice e, da quel punto in poi, magari con una rosa più ristretta, ma con gente motivata, abbiamo ripreso la strada giusta e si sono riviste in campo umiltà e voglia di lottare, determinanti per centrare l’obiettivo finale. Tutti siamo in grado di iniziare un lavoro, la cosa più difficile è portarlo a termine e sono orgoglioso di dire che noi ce l’abbiamo fatta”.  E per questo la lista dei ringraziamenti inevitabilmente si allunga: “Per questo voglio ringraziare pubblicamente il prof. Sperti per la sua preziosa collaborazione e tutte le ragazze, cominciando da chi non è riuscito a dare il suo contributo a causa di infortuni più o meno gravi come Pansini, Lacirignola, Trovisi, passando poi per i portieri Nardelli (ottimo il suo girone d’andata, poi anche lei fermata da un infortunio), D’Errico (finale di stagione esaltante) e Marsiglia (grande passione e voglia di migliorare) che hanno fatto un grande lavoro col preparatore Michele Grieco. Grazie inoltre a Isa Sportelli, capitano esemplare, Barbara Corriero, determinante con i suoi gol e il suo spirito combattivo, Ilaria Trotta, persona umile, generosa e con un cuore immenso, Rossana Pinto, nel corso della stagione ha subito la frattura del malleolo, è tornata a tempo di record e ha messo tutta la sua esperienza al servizio della squadra, è stata unica, Arianna Rana, una giocatrice affidabile che non ha mai fatto mancare il suo contributo. Infine un ringraziamento speciale alle più piccole Divagno, Loiacono, Caputo, Errico e l’ultima arrivata Claudia Caputo. Il futuro di questo sport è nelle loro mani, anzi nei loro piedi. Hanno un potenziale enorme e stanno facendo un bellissimo percorso di crescita destinato a continuare a lungo”.