SHARE
ChievoVerona Valpo Ledri
Michela Ledri posa con l'ormai famoso hashtag del ChievoVerona Valpo

Un altro colpo di mercato, un altro importante mattone per la costruzione della formazione 2018-2019: la veronese doc Michela Ledri è da oggi è ufficialmente una calciatrice ChievoVerona Valpo.
Classe 1992, nata a Negrar, Michela torna a Verona dopo le esperienze a Bardolino, Verona e gli ultimi due campionati con la maglia dell’Atalanta Mozzanica.
Difensore – ma all’occorrenza anche centrocampista – Ledri, nonostante la giovane età, porta con sé un grande bagaglio tecnico-tattico e di esperienza, maturati da sempre (esordio in serie A a 14 anni con il Bardolino n.d.r.) sui campi della serie A ed europei.
“Ho accettato la proposta del ChievoVerona Valpo – spiega Michela – perché volevo riavvicinarmi a casa ma soprattutto perché credo molto nel progetto che della società. Lo scorso campionato, da avversaria, ho visto una squadra ben messa in campo, con una buona idea di gioco e con la giusta mentalità. Unione e determinazione secondo me hanno fatto la differenza per il raggiungimento della salvezza. Inoltre c’è da sottolineare il gran lavoro svolto da mister Zuccher e dallo staff tecnico. Credo che i nuovi innesti potranno dare al Valpo quell’esperienza in più per poter alzare ulteriormente l’asticella e per diventare ancora più competitiva. Per quanto mi riguarda si tratta di una nuova e stimolante sfida, un’occasione importante per rimettermi in gioco”.

“Gran delle persone dell’ambiente Valpo – prosegue il neo difensore gialloblu – le conosco da una vita come Valentina Boni, Antonella Formisano e Flora Bonafini. Sono persone solari e sempre sul pezzo. Non nascondo che la dirigenza era da anni che mi contattava ad ogni fine campionato con l’obiettivo di ingaggiarmi. Quest’anno ho accettato perché ho sentito che era il momento giusto. Sono carica e pronta a mettermi a disposizione: insieme possiamo raggiungere obiettivi importanti, in primis la salvezza”.
Prosegue Ledri: “Colgo l’occasione di ringraziare la società del Mozzanica, per i due anni passati insieme. Ringrazio tutte le persone con le quali ho avuto la fortuna di imparare e che mi hanno sempre dimostrato grande fiducia e rispetto. Persone semplici ma allo stesso tempo grandi, che non dimenticherò e porterò sempre nel mio cuore”.
Dopo i doverosi ringraziamenti, Michela guarda già all’imminente inizio della nuova stagione: “Riavvicinarmi a casa e tornare a Verona per me è una grande emozione. Sarà uno stimolo in più per fare bene. Che campionato mi aspetto? Difficile sicuramente. Con l’arrivo di nuove squadre come Milan e Roma, e l’ulteriore rafforzamento delle ‘big’ Juventus e Fiorentina, quest’anno sarà ancora più dura. Il nostro obiettivo sarà la salvezza, possibilmente senza soffrire troppo. Una volta raggiunta potremmo guardare la classifica e capire quanto più in alto potremo arrivare. Sognare non costa nulla. Per me sarà veramente bello ed emozionante tornare a giocare insieme a Vale-tì (Boni n.d.r. ). Se ho ricevuto altre offerte prima di firmare per il ChievoVerona Valpo? Si, un altro paio di società mi hanno contattato, ma non le ho considerate perchè avevo già deciso che era arrivato il momento di dire ‘sì’ al Valpo!”