SHARE
Allieve Brescia Calcio Femminile
Le Allieve di Treccani fermate dal maltempo: il derby col Mozzanica rinviato a data da destinarsi

E’ tempo di bilanci per le selezioni giovanili delle Leonesse al termine del campionato: se per quanto riguarda la Primavera lo spareggio perso contro l’Inter ha precluso la possibilità di giocarsi le finali Nazionali, per le Giovanissime di Zafferri la fase interregionale è già iniziata (ne parleremo la settimana prossima).   Chi invece ha già terminato gli impegni ufficiale sono le Allieve del Brescia Calcio Femminile: chiuso il campionato al secondo posto ora ci sarà tempo per qualche amichevole prima del “rompete le righe” di fine maggio. Abbiamo intervistato mister Fabio Treccani per sapere le sue impressioni sulla stagione.

Mister Treccani, come valutiamo questa annata?
Direi positivamente, molto positivamente. Per me poi è stata la prima esperienza con una squadra femminile. Diciamo che l’unico rammarico è stato di aver chiuso a soli tre punti dall’Inter, frutto della sconfitta raccolta contro di loro ad inizio stagione. Abbiamo perso punti solo con loro, ritengo che abbiano qualcosa in più rispetto a noi, tuttavia ce la siamo giocata alla grande dall’inizio alla fine, non posso che essere soddisfatto delle ragazze. In questo dobbiamo anche tenere conto che almeno la metà del nostro organico è sotto età, quindi anche questo è un particolare da sottolineare.

Valutiamo in generale le ragazze
La crescita è stata costante durante la stagione, devo dire che hanno lavorato davvero bene. Trattandosi della mia prima esperienza con il calcio femminile avevo pochi punti di riferimento da cui partire, in questo mi hanno aiutato i miei colleghi mister delle altre selezioni. Credo che la svolta sia stata proprio la brutta sconfitta contro l’Inter alla terza giornata. Da lì l’approccio anche al lavoro settimanale da parte delle ragazze è stato diverso. E da lì non abbiamo più perso, quindi qualcosa vorrà dire.

E per mister Treccani com’è stato l’approccio con il femminile?
Impressioni positive sicuramente. Come detto qualche tempo fa in una precedente intervista, le ragazze ha scelto di giocare a calcio per pura passione, non per amicizia o qualche altro motivo. Quindi hanno grande motivazione in tutto quello che fanno, dalla partita all’allenamento. Poi, nella realtà del Brescia Calcio Femminile, il richiamo e l’esempio della Prima Squadra è di una potenza incredibile. Tutte le ragazze che vestono questa maglia nelle giovanili vogliono arrivare lì, in alto. Dal punto di vista dei rapporti, sicuramente questa delle Allieve è un’età complicata, sono in piena adolescenza. Credo che ci voglia un po’ più di “tatto” nel trattare con le ragazze, anche se talvolta loro si aspettano, e forse vorrebbero per essere scosse, di essere trattate con durezza se qualcosa non va.

Campionato chiuso al secondo posto, e ora?
La stagione è finita, non ci saranno finali nazionali perché la categoria è stata creata quest’anno e non ci sono molte squadre in giro per l’Italia. Faremo qualche amichevole nelle prossime settimane, un triangolare la cui data è da definire con Real Meda e Atalanta e poi una trasferta a Genova contro il Genoa il 27 maggio. Dopodiché a fine mese il “rompete le righe”.