29 Maggio 2017
immagine di testa


News

Trasferta di fuoco per il Martina Calcio a 5 Femminile: il presidente Boccia minaccia dimissioni: "campo troppo piccolo".

01-04-2017 16:49 - Campionati regionali
Domenica 2 aprile, per la 25^ giornata di Campionato di serie A Femminile, nel girone C il Martina Calcio a 5 femminile sarà ospite del Vigor San Cataldo, in una lunga trasferta in Sicilia. La partita si disputerà in un campo diverso dal solito, non a San Cataldo ma a Caltanissetta, e la comunicazione al presidente martinese è giunta nella mattinata di venerdì 31 marzo.

Il presidente del Martina, avv. Guglielmo Boccia, alla notizia dello spostamento e conoscendo le condizioni del campo di gioco indicato per l´incontro di domenica, , nella palestra di una scuola, è andato su tutte le furie:
«Non è un campo adibito alle partite di calcio a 5, bensì da tennis o da basket. Questo deve far riflettere: se si vuol far crescere questo movimento bisogna dare la possibilità alle squadre che investono fiori di denaro e che fanno lunghe trasferte per partecipare ad un Campionato Nazionale, di giocare in campi adibiti al calcio a 5 e non destinati al tennis o alla pallacanestro. È una condizione che io non sopporto più. Per far giocare la mia squadra in un campo da gioco adeguato e nel rispetto dei dettami della Divisione, il Martina sostiene mensilmente le sue spese e questo per offrire adeguate condizioni sia a chi gioca ma anche a chi assiste. Non capisco perché siano ammesse delle eccezioni a queste regole. Io personalmente e come presidente di una società sportiva che milita nel Campionato di Serie A del calcio a 5 femminile mi sento preso per i fondelli dalla Divisione nel momento in cui autorizza l´incontro in un campo non adibito per il calcio a 5. Non so nemmeno se è omologato per questi incontri e se lo è vorrei visionare la documentazione. So per certo che è un campo dalle dimensioni del campo di tennis e basket. Chiedo che non avvengano più cose simili: giocare in un campo con le dimensioni di pallacanestro/tennis. Non è concepibile. Le dimensioni sono inaccettabile per il gioco del calcio a 5. Non stiamo parlando del torneo dei rioni, ma di un campionato nazionale di cui si parla a livello mediatico con molta attenzione. Se, ancora una volta, la Divisione pensa soltanto ad incassare denaro dalle iscrizioni e dalle multe, io sono pronto a lasciare. Si facessero avanti altri presidenti a proseguire in tale direzione in questo progetto».

Il clima si è, quindi, surriscaldato anche se le giocatrici mantengono alta la concentrazione per affrontare una partita con una squadra che, come anche dichiarato dal Presidente Boccia "non ci deve far abbassare la guardia. Non dobbiamo farci illudere dalla sua posizione in classifica, ma dobbiamo affrontarla con la stessa determinazione che mettiamo in ogni incontro".

Anche mister Christian Fanizzi sottolinea questo aspetto:
« Andiamo in Sicilia con la consapevolezza di dover far risultato per chiudere con il maggior numero di punti il nostro campionato. Avremo delle defezioni importanti, ma siamo un gruppo e lo dimostreremo anche domenica».




Addetto Stampa
Dott.ssa Miriam Palmisano