17 Dicembre 2017
News
percorso: Home > News > Interviste

Ravenna, Francesca Pittaccio : "Voglio dimostrare a me stessa che posso militare in questa serie dimostrando le mie potenzialità"

12-08-2017 13:21 - Interviste
Dopo aver iniziato la sua carriera con i giovanissimi della Lodigiani, approda nella capitale prima nella fila della Res Roma e nelle ultime cinque stagioni con la maglia della Roma calcio femminile con cui ha sfiorato la promozione perdendo al fotofinish allo spareggio di Pescara contro la Pink Bari; approda a partire dal prossimo campionato in massima serie con la maglia del Ravenna Women, piazza ideale per una giovane che ha voglia di emergere e di dimostrare le sue qualità; vetrina della giornata per Francesca Pittaccio, classe 1996, neo attaccante della squadra romagnola, motivata e determinata nella nuova imminente avventura che la attende.

1) Ciao Francesca cosa ti ha convinto ad accettare la destinazione Ravenna Women in serie A ?

Francesca Pittaccio : "Ho deciso di accettare questa nuova avventura poiché mi sentivo pronta e in grado di fare un salto di qualità e quindi di mettermi in gioco in un campionato molto più difficile rispetto al precedente. Il Ravenna mi è apparsa una buona piazza dove poter mettere a disposizione tutte le mie qualità per far bene e per aiutare la società nel suo obiettivo oltre che crescere sia calcisticamente ma anche personalmente".

2) Dopo cinque anni di militanza nella Roma calcio femminile lasci la capitale. Quali i ricordi più belli che difficilmente potrai dimenticare vissuti in giallorosso ?

Francesca Pittaccio : "La Roma rimarrà sempre nel mio cuore, con loro ho vissuto delle emozioni che non so neanche descrivere. Sono stati molto di più che una squadra, erano e sono la mia seconda famiglia. Difficile definire un momento preciso, sono state partite piene di emozioni, posso solamente dire che uno dei momenti più belli per me è sempre stato il loro abbraccio durante la partita prima di iniziare la partita o meglio ancora durante un goal, quella squadra era puro amore".

3) Promozione sfiorate e perse con Chieti e Bari negli ultimi due anni. Hai qualche rammarico ? Cosa vi è mancato per ottenere il salto di categoria ?

Francesca Pittaccio : "Il primo anno con il Chieti ammetto che loro erano più forti, avevano molta più esperienza di noi anche se ci abbiamo messo del nostro. Abbiamo provato a giocarcela fino alla fine ma poi il campionato è andato a loro. Personalmente in quell´anno ho avuto il rimpianto di non aver dato tutta me stessa, di non essere stata al top in ogni partita. Da questa situazione io, come tutta la squadra siamo ripartite. Quest´anno avevo un obiettivo e nessuno me lo poteva togliere, ero "arrabbiata" ma in senso positivo in ogni partita, sentivo che dovevamo dimostrare che nessuno poteva competere contro noi, che dovevano aver paura, e ci siamo riuscite, eravamo davvero forti a mio parere. Questa volta c´è stata l´unica distrazione in tutto l´anno che ci ha fatto perdere la partita che valeva il campionato, e poi allo spareggio, il fato ha voluto che quella palla, l´ultimo rigore non entrasse. Ce lo meritavamo ma il calcio è cosi ed è bello anche per questo".

4) Quali gli obiettivi e le ambizioni personali per la prossima stagione?

Francesca Pittaccio : "Per la prossima stagione voglio dimostrate a me stessa che sono in grado di militare in questa serie e voglio dimostrare le mie potenzialità. Ho scelto la serie A per competere e paragonarmi con il top! Quest´anno vorrei migliorare i miei punti di forza e colmare delle mie mancanze; sono sicura che il Ravenna potrà aiutarmi".
Francesca Pitaccio