18 Novembre 2017

Falconara tre legni, Roma cinquina: l´Olimpus sbanca il PalaBadiali

13-11-2017 21:47 - Calcio a 5 - Serie A e A2 - commenti gare
Un tempo a testa alta alla pari con le Campionesse d´Italia, Falconara cede nella ripresa alla corazzata Olimpus Roma. Che l´impresa fosse improba si sapeva dall´inizio. Che ci si mettesse anche un po´ di sfortuna non era preventivato. Nonostante la sconfitta le ragazze del Città di Falconara escono dal PalaBadiali tra gli applausi. Ovazione, prima del fischio d´inizio, anche per Benedetta De Angelis, ex citizens quest´anno con le romane: per lei, striscioni sulla gradinata e fiori (rose blu, ovviamente) consegnatele dai dirigenti del CdF. Tornando al futsal giocato, il Falconara ha condotto una gara molto buona al cospetto di una formazione che, nell´ultimo anno, ha vinto praticamente tutto: Scudetto, Coppa Italia, Supercoppa. Tre legni, le super parate di Giustiniani e un lieve stiramento per Corin Pascual nella ripresa hanno reso impossibile un´impresa già ardua. Peccato. Le Citizens erano partite molto bene. Difesa blindata a chiudere gli spazi, con la solita impeccabile Brugnoni tra i pali (subito risolutiva nei primissimi minuti su un scambio volante tra Taina Santos e Martin Cortes), le azzurre marchigiane sono riuscite a impensierire non poco la retroguardia romana in ripartenza: subito al 2´ con un missile in diagonale di Luciani sul quale Giustiniani si supera deviando in corner e poi, tra l´8´ e il 9´ con la doppia incursione di Sevilla: palo clamoroso nel primo caso, parato nel secondo. L´Olimpus passa al 12´. Dayane scende sulla destra e mette in mezzo, Taina al centro dell´area non ci arriva ma quando il pericolo sembra sventato arriva Gayardo di gran carriera dalla parte opposta: piattone che infila l´incolpevole Brugnoni coperta da un nugolo di gambe. Le romane potrebbero raddoppiare un minuto dopo con Taina lanciata sola in contropiede, Brugnoni in uscita disperata riesce a prendere il tempo alla brasiliana.

La ripresa inizia nel peggiore dei modi. Corin Pascual è subito costretta ad uscire a causa di un risentimento muscolare e al 2´ Pomposelli mette il turbo, supera Luciani e batte Brugnoni per la rete del 2-0. Quando al 6´ Lidu centra da ottima posizione il secondo legno della giornata si capisce che la fortuna non è dalla parte delle Citizens. In rapida successione arrivano le reti dalla distanza di Dayane (al 7´ sugli sviluppi di un corner) e di Gayardo (8´, doppietta per lei). Al 12´ Maione in contropiede chiude definitivamente i giochi. La cronaca annovera anche il terzo palo del Città di Falconara: lo colpisce Guendalina Rossi a un passo dal 18´. «Avevamo preparato molto questa sfida in settimana commenta proprio la Rossi a fine gara - ed eravamo fiduciose, sapevamo sarebbe stata una lotta. Se Corin non si fosse fatta male e avessimo buttato dentro le occasioni che abbiamo avuto magari saremmo riuscite a tenere in piedi la partita anche nel secondo tempo. Una cosa è certa però: anche oggi abbiamo dato tutto. I prossimi impegni? Non facciamo calcoli. Contro la Lazio in trasferta dobbiamo assolutamente andare a fare punti. Stesso discorso per il prossimo match in casa contro la Rambla».

TABELLINO

Città di Falconara 0
Olimpus Roma 5

Città di Falconara: Brugnoni, Lidu, Pascual, Luciani, Sevilla; Scatizza, Giuliani, Scaloni, Rossi, Bernotti. All. Neri.

Olimpus Roma: Giustiniani, Gayardo, Martìn Cortes, Taina, Dayane; Pomposelli, Lisi, Benvenuto, De Angelis, Esposito, Maione, Nicoletta. All. D´Orto.

Arbitri: Cigaia (Treviso), Buonocore (Castellammare di Stabia). Crono: Omar Olivi (Jesi)

Reti: 12´ pt Gayardo (O); 2´30´´ st Pomposelli (O), 7´ st Dayane (O), 8´ st Gayardo (O), 12´ st Maione (O).

Note: ammonite Lidu (F), Taina (O), De Angelis (O).