17 Dicembre 2017
News

ACF AREZZO S. BERNARDO LUSERNA 3-2

05-12-2017 22:31 - Serie A/B - Commenti gare

Acf Arezzo: Antonelli, Teci, Mencucci, Verdi, Di Fiore, Aterini, Binazzi, Baracchi (72´ Zeghini), Arzedi, Razzolini, Carta (61´ Casula). A disposizione: Brundo, Tellini, Paganini, Pastorelli.
Allenatore: Marx Lorenzini

San Bernardo Luserna: Serafino, Greppi, Tudisco, Moscia, Zella, Lavarone, Ippolito, Bianco, Moretti, Mellano, Marinoni. A disposizione: Capra, Devecchi.
Allenatore: Bardiscino

Arbitro: Sig. Paul Leonard Mihalache (sezione di Terni)
Assistente 1: Sig. Janos Agresti (sezione di Firenze) Assistente 2: Sig. Caterina Gelli (sezione di Prato)

Marcatrici: 12´ Carta (A), 52´ Zella (L), 55´ e 75´ Razzolini (A), 64´ Mellano (L)

AREZZO- Sale nuovamente in cattedra la prima squadra amaranto che riscatta la prima sconfitta stagionale con una vittoria da dieci e lode contro il quotato San Bernardo Luserna nel corso di un match che ha segnato, tra l´altro, il ritorno sul rettangolo verde del terzino sardo Giorgia Casula.

In un pomeriggio sereno, ma estremamente ventoso, tra le mura amiche del "Luciano Giunti", le aretine mettono in cassaforte sesta vittoria stagionale gelando la vicecapolista del girone, reduce dal recente esonero del proprio allenatore, e ancora sprovvista di una guida tecnica. Fin dal primo minuto mister Lorenzini conferma il modulo 4-3-3: Binazzi, Teci, Aterini e Mencucci a formare il blocco difensivo; Arzedi, Verdi e Baracchi a centrocampo e in attacco Di Fiore, Razzolini e Carta.

Il match non lascia spazio ad inutili preamboli: in campo scendono infatti due squadre agguerrite e determinate a portare in cascina il bottino pieno. La prima occasione di marca amaranto arriva dopo appena dieci minuti dal fischio d´inizio con Baracchi che da posizione centrale tira in porta senza però rendersi effettivamente pericolosa. Gli equilibri si rompono al 12´ con Carta che, da posizione defilata, si rende autrice di un bellissimo gol insaccando alle spalle dell´estremo difensore piemontese. Le lusernesi si gettano immediatamente in avanti, ma a tenere le redini dell´incontro restano comunque le locali. Al 17´, sugli sviluppi di una punizione battuta da Verdi, Teci sfiora il raddoppio con una semirovesciata davanti alla rete. Al 31´ è invece Carta a tentare il bis, ma il tiro esce fuori di poco. Superata la mezz´ora inizia a farsi vedere nei pressi dell´area piccola anche il Luserna: al 32´ il provvidenziale intervento di Antonelli sventa la minaccia di Mellano, mentre al 33´ è Moretti a sbagliare prendendo un clamoroso palo. Nell´ultimo quarto d´ora s´intravede invece lo zampino di Razzolini che, al 39´ e al 41´, prova ad allungare le distanze senza però riuscire ad impensierire Serafino.

Nella ripresa arriva subito una doccia fredda per l´Arezzo: in un match giocato a ritmi sostenuti e caratterizzato da continui cambi di fronte, al 52´ il Luserna coglie il pari con Zella che, direttamente dalla bandierina, butta la sfera nell´angolino. Capitan Teci e compagne non si lasciano però scoraggiare trovando il secondo vantaggio dopo soli tre minuti: Razzolini approfitta infatti di una leggerezza della retroguardia piemontese per scattare verso la porta e trafiggere i pali di Serafino con un bolide che non lascia scampo. Dopo l´ennesimo tentativo di Razzolini prontamente intercettato da Tudisco, il Luserna trova l´occasione per agganciare il 2-2 con Mellano che, sfrutta una leggerezza difensiva delle amaranto per beffare il portiere locale. Ma la gioia delle lusernesi si rivela di breve durata. Al 75´ la solita Razzolini diventa infatti protagonista solitaria di un´impresa senza precedenti: presa palla a centrocampo, la numero 9 amaranto inizia la propria cavalcata verso la porta avversaria liberandosi delle inseguitrici e insaccando alle spalle di un´incredula Serafino. Vani gli sforzi delle piemontesi di bilanciare nuovamente il risultato: al triplice fischio finale l´Arezzo porta a casa i tre punti accorciando le distanze con la Lavagnese e con lo stesso Luserna e portandosi a quota 21 punti, ad un palmo di naso dalla zona podio.

"Siamo molto felici di questa vittoria e le ragazze hanno dato davvero il massimo per riuscire a conquistarla- spiega il tecnico Marx Lorenzini.- E´ stata una partita equilibrata, tesa e giocata con continui rovesciamenti di fronte. Abbiamo lottato contro un avversario ben attrezzato e sceso in campo per vincere, proprio come noi. Con tanto impegno e determinazione, siamo riusciti ad avere la meglio e, per quanto abbiamo visto in campo, credo che il risultato sia più che meritato. Grazie a questo successo, e con una partita in meno rispetto alle squadre che ci precedono in classifica, ci siamo rilanciati in chiave secondo posto e adesso lavoreremo al meglio per onorare il nostro obiettivo. Il prossimo weekend ci attende una sfida insidiosa come quella sul campo del Saluzzo e il risultato di questo turno ci servirà da stimolo per affrontare al meglio il nuovo avversario".